/ Basket

Basket | 29 novembre 2023, 19:27

I tempi per "Mc" restano lunghi, Varese si muove: firmato James Young

Ecco l'ala classe 1995 che alla Nutribullet non ha convinto ma che è stato capocannoniere in Israele nel 2019: tra attendere per un correttivo a gennaio e agire subito, la società biancorossa ha dovuto prendere la seconda strada e trovare un sostituto per il giocatore dell'Indiana, che settimana prossima capirà se dovrà essere operato o meno

I tempi per "Mc" restano lunghi, Varese si muove: firmato James Young

E alla fine Varese va davvero sul mercato: ecco James Young, da Treviso.

Un’ala, perché il suo compito è andare a rimpiazzare Sean McDermott, infortunato alla mano. 

Era stato chiaro il Zach Sogolow (leggi QUI) nell’intervista a VareseNoi: le nostre mosse dipenderanno dagli infortuni. E allora, se per Librizzi il traguardo appare abbastanza vicino (potrebbe rientrare a Brindisi), per lo statunitense uscito malconcio dal match contro Scafati i tempi saranno ancora lunghi.

E allora ecco che tra il temporeggiare ancora, aspettando magari gennaio per capire dove intervenire eventualmente in sostituzione (nel reparto esterni), e il procedere d’urgenza per non giocare altre partite sguarniti di un titolare, si è reso necessario seguire la seconda strada. 

McDermott settimana prossima avrà una visita decisiva, dalla quale si capirà se dovrà essere operato o meno. Varese vivrà il responso con meno ansia però, perché ora c’è Young, classe 1995, 198 centimetri, che alla Nutribullet non ha convinto appieno: 10 punti di media, 36% da 2, 33% da 3 in 21 minuti. L’arrivo di Olisevicius l’ha poi definitivamente chiuso: da lì la risoluzione consensuale con il club della Marca.

Riuscirà a rendere invece con la Openjobmetis, dove comunque aggiunge un po’ di peso? Il pedigree c’è (capocannoniere in Israele nel 2019), la voglia pare anche.

Ecco il comunicato della società:

È con estremo piacere che Pallacanestro Varese annuncia l’avvenuto ingaggio di James Young. Ala statunitense classe ’95, Young è un giocatore dotato di una buona struttura fisica che fa del tiro da 3 punti la sua arma principale, senza disdegnare però l’1vs1. Il giocatore, che ha iniziato l’anno in Italia, a Treviso, giocherà con la maglia numero 1.

Zachary Sogolow, General Manager of Basketball Operations di Pallacanestro Varese: «Siamo molto felici di dare il benvenuto a Varese a James. Ho avuto modo di sentirlo per telefono e posso assicurare tutti i tifosi che è incredibilmente entusiasta per questa opportunità e di mostrare a tutti ciò che può dare alla nostra squadra ed alla nostra città. Il suo arrivo non porta solo capacità realizzative e da tiratore, ma anche stazza, atletismo ed esperienza, caratteristiche che riteniamo essere preziose per la nostra squadra. La sua abilità di giocare in transizione e di difendere molti ruoli ci dà fiducia nel suo inserimento nel nostro sistema. Non vediamo l’ora di vederlo in campo domenica con i suoi nuovi compagni e di presentarlo ai nostri fantastici tifosi».

James Young, nuovo giocatore Pallacanestro Varese: «Sono estremamente felice di entrare a far parte di una grande organizzazione come Pallacanestro Varese dando il mio contributo alla squadra. Sono pronto per mettermi al lavoro».

Carriera

Nato a Flint (Michigan) il 16 agosto 1995, inizia a giocare a basket fin da giovanissimo facendosi notare già ai tempi della High School. Le cifre messe in mostra l’ultimo anno a Ronchester (27.1 punti, 16 rimbalzi, 5.7 assist e 2.5 recuperi a partita), lo portano nel prestigioso college di Kentucky dove diventa compagno di squadra del biancorosso Willie Cauley-Stein; con la canotta dei Wildacts è subito protagonista di una stagione da sogno culminata con la finale NCAA (persa in volata contro Connecticut) e l’inserimento nel primo quintetto del torneo, riconoscimento che gli vale subito la chiamata tra i professionisti, dove viene selezionato da Boston con la diciassettesima scelta assoluta nel Draft del 2014. Dopo oltre 100 presenze tra i Celtics ed i 76ers, nel 2019 approda in Israele con la maglia del Maccabi Haifa, squadra con la quale conquista la palma di miglior realizzatore del campionato grazie a 20.5 punti (45% da due e 41% da tre), 5.2 rimbalzi e 1.9 assist di media a partita. Nel 2020-2021 inizia la stagione in G-League (Westchester Knicks), salvo poi tornare ancora in Israele, nelle fila dell’Hapoel Tel Aviv, dove rimane anche l’anno successivo mettendo a referto 16.9 punti e 6.5 rimbalzi ad allacciata di scarpe. Dopo una breve esperienza in Grecia con la maglia del Kolossos Rodi, all’inizio di questa stagione si trasferisce in Italia, a Treviso; in LBA ha un high di 28 punti realizzati nella sfida persa contro Scafati valida per la sesta giornata di campionato.

F. Gan.


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore