/ Attualità

Attualità | 25 gennaio 2023, 08:49

Continua il down dei servizi web di Libero e Virgilio

Sono ormai più di 48 ore che gli utenti delle due piattaforme non riescono ad accedere e ad utilizzare la posta elettronica. L'azienda: «Stiamo lavorando incessantemente per risolvere un problema infrastrutturale inaspettato e imprevisto che non dipende da cyber attacchi esterni. Ci scusiamo per i disagi»

Continua il down dei servizi web di Libero e Virgilio

Continua da ormai più di 48 ore il down dei servizi web delle piattaforme di Libero e Virgilio con migliaia di utenti che non riescono ad accedere e ad utilizzare la propria mail e posta elettronica. Il black out è iniziato nella notte di lunedì 23 gennaio. 

L'azienda ha emesso un comunicato per fare il punto della situazione:

«Le nostre parole vanno in primis agli utenti della Libero Mail e della Virgilio Mail, che hanno aperto con noi le loro caselle di posta elettronica: siamo consapevoli del disagio procurato e del disservizio» afferma l'azienda in una nota. 

«Stiamo lavorando incessantemente da ormai diverse ore per risolvere un problema infrastrutturale inaspettato e imprevisto – dichiara Diego Rizzi, Chief Technology Officer di Italiaonline – e che non è dipeso da sistemi sviluppati da Italiaonline. Possiamo rassicurare, come già scritto sui nostri portali e touchpoint digitali, che i nostri utenti sono stati in questa situazione di emergenza, e continueranno ad essere sempre, la nostra priorità. L’attuale situazione non è dipendente da attacchi cyber esterni».

«Come abbiamo avuto modo di comunicare ai nostri utenti in queste ore - prosegue la nota - in 25 anni di servizio fedele agli italiani, non ci è mai successo di restare off-line per così tanto tempo».

«Abbiamo letto tutti i messaggi comparsi sui social network e compreso perfettamente i disagi arrecati. Sappiamo che milioni di italiani contano su di noi per comunicare e questo ci sta dando la spinta per lavorare giorno e notte per risolvere il problema il più velocemente possibile. Non possiamo che scusarci e ringraziarvi per la pazienza e la fiducia. Prevediamo di poter avere maggiori informazioni nelle prossime ore.  In ogni caso terremo aggiornati i nostri utenti, come fatto finora, attraverso i canali di Italiaonline» conclude l'azienda.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore