ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Cronaca

Cronaca | 23 gennaio 2023, 07:19

Brianza: si invaghisce di una ragazza conosciuta online, picchiato brutalmente e rapinato al primo appuntamento

Brutta avventura per un quarantenne di Varedo. L'uomo è stato attirato in una trappola, e dopo essere stato colpito al volto, è stato rapinato

Brianza: si invaghisce di una ragazza conosciuta online, picchiato brutalmente e rapinato al primo appuntamento

Pensava potesse essere amore, invece era una rapina. Disavventura per un 40enne a Varedo, in provincia di Monza e Brianza. La scintilla, per lui, era scattata da quattro chiacchiere online su una chat per incontri. Aveva pianificato tutto nei minimi dettagli: una seratina tête-à-tête nella speranza che la bella ragazza, abbordata virtualmente, capitolasse tra le sue braccia. Un finale con sorpresa, ma il colpo di scena è stato tutt’altro che romantico: attirato in una trappola è stato picchiato brutalmente e alleggerito di 100 euro. 

Nei giorni scorsi i Carabinieri della compagnia di Desio, al termine degli accertamenti di polizia giudiziaria, hanno denunciato in stato di libertà per il reato di rapina una donna 32enne, tossicodipendente, residente nella provincia.
L’indagine trae origine dalla denuncia presentata all’Arma di Varedo da un 40enne di Savona, il quale ha dichiarato di essere stato rapinato poco prima, nel centro abitato del comune brianzolo, da un uomo e una donna.

Ai militari la vittima avrebbe raccontato di aver navigato su sito di incontri per adulti, rimanendo attratto dall’annuncio pubblicato da una donna misteriosa. Uno scambio malizioso di messaggi, qualche battuta, gli interessi in comune e, in men che non si dica, avevano deciso di incontrarsi proprio nel comune brianzolo.

L’appuntamento, però, ha preso immediatamente una piega inaspettata. Dopo averla raggiunta, si è accorto che qualcosa non tornava: l’avvenente ragazza della foto profilo era ben diversa da quella che si è ritrovato davanti.

Qualche battibecco non privo di imbarazzo, e la giovane è stata subito contatta telefonicamente da un uomo il quale, avvicinatosi all’autovettura della vittima, con un pugno ha mandato in frantumi il vetro della portiera. Al disorientamento iniziale del 40enne, è seguita una violenta aggressione da parte dei due che lo hanno colpito, con inaudita ferocia, con dei pugni al volto. Poi, non soddisfatti, gli hanno sfilato il portafogli dalla giacca prendendo i 100 euro contenuti all’interno. A quel punto lo avrebbero lasciato dolorante in mezzo alla strada e sarebbero fuggiti a gambe levate.

Lo sventurato, a seguito delle percosse subite, è andato al pronto soccorso dell’ospedale Niguarda di Milano, dove è stato dimesso con la diagnosi di trauma cranico ed una prognosi di ben 20 giorni.

Cruciali per l’identificazione dei due malviventi gli elementi di narrazione dei fatti. Dopo serrati accertamenti e riscontri, la vera identità sottostante al profilo dell’avvenente ragazza della chat è stata scoperta. Si trattava di una 32enne, residente nella provincia, già conosciuta dagli inquirenti anche per i suoi precedenti di polizia in materia di stupefacenti. I militari non escludono che fosse stato tutto già pianificato e sono in corso le indagini per identificare anche il suo complice.

“La vicenda è l’ennesima dimostrazione dei rischi che si corrono sul web – i raggiri on-line sono all’ordine del giorno ed anche molto insidiosi nonché pericolosi per l’integrità dei propri averi e l’incolumità fisica – e dunque per tutti si ribadisce la necessità di essere molto cauti tanto negli acquisti tanto nel fidarsi di appuntamenti…con “avvenenti” sconosciute” raccomandano i Carabinieri.

da MbNews.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore