ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Basket

Basket | 20 gennaio 2023, 17:41

FOTO - Varese School Cup: la provincia del basket fa scendere in campo i suoi giovani studenti

Pallacanestro Varese e Il Basket Siamo Noi - uniti sotto l’egida di VaRes, il contenitore di "social cares" biancorosso - e l’Ufficio Provinciale Scolastico hanno presentato il torneo che metterà di fronte le squadre rappresentative di 10 istituti del territorio, con gran finale il 6 maggio al Lino Oldrini. In seno allo stesso, però, c'è molto di più della sola pallacanestro, con attività, incontri e occasioni di crescita per tutti gli alunni delle scuole coinvolte

FOTO - Varese School Cup: la provincia del basket fa scendere in campo i suoi giovani studenti

Pallacanestro Varese e Il Basket Siamo Noi - uniti sotto l’egida di VaRes, il contenitore di "social cares" biancorosso - e l’Ufficio Provinciale Scolastico hanno presentato la Varese School Cup, un torneo di basket destinato a studenti e studentesse delle scuole superiori di Varese che parte dalla dimensione agonistica della pallacanestro giocata per svilupparsi e arricchirsi attraverso diverse attività, con l’intento di coinvolgere i ragazzi e le ragazze, rendendoli al contempo destinatari e attori protagonisti. 

Come storica realtà sportiva del territorio, la società biancorossa vuole promuovere un'iniziativa che coniughi l'attività sportiva con il mondo della scuola, con un occhio di riguardo alla valorizzazione dei giovani e dell’aggregazione.

Dal lato agonistico la kermesse si presenta così: un torneo che metterà di fronte da gennaio a maggio 2023 10 istituti superiori del Varesotto (Stein Gavirate, Dalla Chiesa Sesto Calende, Volontè Luino, Ferraris Varese, ITET Casula Daverio Varese, Maria Ausiliatrice Varese, Manfredini Varese, Da Vinci - Pascoli Gallarate, Pantani Busto Arsizio, ISIS Bisuschio), con le squadre che si affronteranno in tre concentramenti (che si terranno il 01/02/2023 a Gavirate presso Istituto Stein, il 06/02/2023 al Palasport Lino Oldrini e il 10/02/2023 a Gallarate palestra di Via Sottocosta) nella fase eliminatoria, seguita da quarti di finale e semifinale in date ancora da definirsi. Gran finale il 06 maggio 2023 presso il Palasport Lino Oldrini di Varese, con la presenza di tutti gli istituti che hanno preso parte alla manifestazione.

Ogni tappa sarà arricchita da una gara di tiro da 3 punti cui potranno partecipare due giocatori per squadra, con la finalissima sempre il 6 maggio a Masnago. Nella stessa data anche il Cheerleader Contest, nel quale si sfideranno i gruppi di cheerleader che affiancheranno ogni scuola.

Più alti ancora gli obiettivi extra-agonistici: portare il basket nelle scuole avvicinando le nuove generazioni alla Pallacanestro Varese come praticanti e/o tifosi; promuovere i valori educativi dello sport, inteso come vettore ed amplificatore di salute, veicolo di inclusione senza distinzioni di genere e promotore di valori: rispetto, collaborazione, impegno, integrazione, sana competizione; favorire l’esperienza del lavoro di squadra finalizzato al raggiungimento dell’obiettivo condiviso, sperimentando vissuti di appartenenza e di legame con il proprio gruppo, con la scuola e, prospettivamente, con il territorio; avvicinarsi al mondo lavorativo con un focus sull’organizzazione delle attività di cui devono dotarsi le società sportive.

Sì perché la Varese School Cup non si svolgerà solo su un rettangolo di gioco, ma ha impegnato e impegnerà gli studenti anche sui banchi di scuola. Gli alunni di ogni istituto sono stati chiamati a ideare l’idea grafica della divisa che li rappresenterà e un piano di comunicazione, partecipando anche ad incontri con la grafic and web designer Francesca Cassani, con ADR Comunicazione, con Rachele Tarantino (guida della B.Crew, corpo di ballo ufficiale di Pallacanestro Varese) e con l’ispettore Gabriele Maiera, l’avv. Paola Biancheri e la Dott.ssa Valeria Resta, quest’ultimo organizzato per approfondire le tematiche del tifo positivo e del rapporto con tutti gli attori dell’universo gioco (compagni, avversari, arbitri e allenatori)

«È una giornata speciale per tante ragioni questa - ha detto Umberto Argieri, presidente de Il Basket Siamo Noi -  Ringrazio Luis Scola, promotore di questo nuovo ruolo del BSN in seno a Pallacanestro Varese. Scola dal primo giorno ha creduto nella nuova missione del BSN, dandoci grande spazio. Questo progetto nasce e cresce anche grazie alla sua spinta. Grazie anche a tutti voi che siete qui, siamo stracontenti di questo progetto. Ora la palla finalmente entra in campo e passa nelle mani dei ragazzi».

«Sono orgogliosa di questa iniziativa, che coinvolge ben 10 scuole - ha affermato la Responsabile Relazioni Esterne di Pallacanestro Varese Raffaella Demattè - Grazie a chiunque ci abbia dato una mano e in particolare all'ufficio provinciale scolastico senza il quale non avremmo potuto mettere in piedi il progetto».

«Quando Pallacanestro Varese e BSN sono venuti nel mio ufficio a parlarmi di questo progetto la reazione è stata "dobbiamo esserci assolutamente” - ha aggiunto il Provveditore di Varese Giuseppe Carcano - per il coinvolgimento degli studenti anzitutto. Mi fosse stata proposta  la stessa idea quando ero ragazzo avrei pensato che sarebbe stato un progetto bellissimo. E poi per le scuole, perché da ex dirigente scolastico dico che questa è una provocazione per le scuole: per i dirigenti scolastici non è facile coinvolgere gli studenti nelle attività "togliendo spazio" a quelle tradizionali. E invece siamo qui e dico quindi grazie agli istituti che hanno sposato il progetto».

Nel corso della conferenza stampa di presentazione a essere svelate anche le maglie che saranno indossate dagli atleti studenti: «Sulle maglie - ha detto il segretario del trust Paola Biancheri - vedete i loghi delle squadre, tradotti dalle idee dei ragazzi grazie al lavoro prezioso e imprescindibile di Massimo Rivolta e del Gruppo Trenta. Questi loghi saranno anche sulle t-shirt che saranno donate a 50 ragazzi-tifosi di ogni scuola; speriamo di poterne preparare ancora di più. Spero anche di vedere il palazzetto pieno il 6 maggio quando ci sarà la finale. Ringrazio anche Goglio SpA, il primo sponsor ad aver detto sì, il Comune di Varese, con l’assessore Stefano Malerba che ha subito sposato il progetto, la FIP che ha anche pensato alla formazione degli arbitri, la Varese Sport Commission e la Fondazione Comunitaria del Varesotto».

Anche dal punto di vista comunicativo si faranno le cose in grande, partendo dai profili Instagram e Facebook della Cup: «La nostra idea è che diventino profili dinamici, il tempo per farli crescere c’è, creando contenuti ogni settimana - ha spiegato Argieri - Gli attori principali saranno gli studenti, che avranno in mano uno strumento con cui mettersi in gioco e non solo un canale. Secondo argomento chiave saranno i media: in questi giorni abbiamo chiesto partnership con i 5 media locali più importanti, Prealpina, VareseNoi, VareseNews, VareseSport, Malpensa24. L'idea non è solo divulgare le notizie, ma costruire insieme queste notizie».

E il domani? Ne ha parlato Giovanni Todisco, docente e allenatore della Varese Basketball: «Dieci scuole è già un grande traguardo, nelle prossime annate proveremo ad aumentare il numero, non solo a livello provinciale ma anche da altre province. Proprio come il progetto Varese Basketball, così avviene per la Varese Basket School: l'interesse per questi progetti è in crescita. Abbiamo avuto interessamenti da Milano e anche dal Canton Ticino. C'è da lavorare, abbiamo tempo, ma iniziamo già ora a pensarci. C'è chi ci ha preceduto, partendo tanti anni fa, come la Reyer Venezia, che iniziò con 8 istituti e ora ne ha 48. Abbiamo già contatti con loro e pensiamo anche a una finale interregionale. Insomma, le idee sono tante. C'è energia ed entusiasmo».

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore