/ Scuola

Scuola | 03 dicembre 2022, 19:08

Chi esce dal Keynes va all'università. E la fa bene

Anche quest’anno il rapporto di Eduscopio, pubblicato dalla Fondazione Agnelli, assegna alla scuola di Gazzada il primato tra gli istituti tecnici della provincia di Varese per la percentuale più alta di studenti che si iscrivono all’Università e superano con successo il primo anno

Chi esce dal Keynes va all'università. E la fa bene

Anche quest’anno il rapporto di Eduscopio, pubblicato dalla Fondazione Agnelli, assegna all’ISIS Keynes di Gazzada Schianno il primato tra gli istituti tecnici della provincia di Varese per la percentuale più alta di studenti che si iscrivono all’Università e superano con successo il primo anno.

Un dato che conferma il trend positivo degli ultimi anni e quindi la formazione di eccellenza che fornisce l’Istituto.

Secondo gli indicatori presi in considerazione da Eduscopio, infatti, il 41% degli immatricolati provenienti dall’indirizzo tecnologico prosegue agevolmente e con successo il percorso universitario appena intrapreso.

Lodevole è anche l’esito per i diplomati dell’indirizzo economico che, per il 48%, superano facilmente gli esami universitari del primo anno, risultando in regola con il percorso accademico.

Il Keynes si rivela una scelta di successo anche per la percentuale di occupati dopo il conseguimento del diploma, merito del modo in cui l’Istituto è riuscito a costruire proficue relazioni con Enti e imprese del territorio.  Il 56% dei diplomati dell’indirizzo Tecnologico, infatti, in un tempo medio di 216 giorni, trova non soltanto un lavoro coerente con gli studi appena conclusi, ma anche entro 7 Km dall’indirizzo di residenza. 

Ugualmente fortunati coloro che hanno frequentato l’indirizzo Economico: il 61% di essi, in un tempo che mediamente non supera i 204 giorni, ottiene un contratto di lavoro importante e, per il 37,5%, in linea con l’indirizzo di studi seguito, ugualmente vicino al luogo di residenza. 

Risultati che premiano l’impegno di tutti e che danno la certezza ai ragazzi di frequentare una scuola che fornisce loro una straordinaria formazione e l’opportunità di progettare serenamente il loro futuro, ciascuno secondo il proprio talento.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore