/ Territorio

Territorio | 27 settembre 2022, 13:09

FOTO E VIDEO Il momento più dolce dell’anno: la Pasticceria Colombo fa anche del bene con la specialità in supporto alla ricerca sul cancro

Nel mese della lotta al tumore al seno, la nota pasticceria di Barasso, supportata dall’associazione C.A.O.S. e dalla rete dei Comuni di Barasso, Casciago, Comerio, Cocquio Trevisago e Luvinate, ha sfornato una particolare delizia con uno scopo benefico. La si potrà gustare nel loro locale e nel loro nuovissimo ristorante Lombo

Claudio Colombo, in mezzo, ha presentato il suo dolce alla presenza delle rappresentanze comunali e delle volontarie C.A.O.S.

Claudio Colombo, in mezzo, ha presentato il suo dolce alla presenza delle rappresentanze comunali e delle volontarie C.A.O.S.

Un gesto di bontà, in senso sia culinario sia di cuore. Perché la Pasticceria Colombo ha sì sfornato l’ennesima dolcezza dal suo forno, ma lo ha fatto anche nel nome di un’importante iniziativa benefica.

Presso la sala consiliare del comune di Comerio, stamattina il maître Claudio Colombo ha presentato la sua nuova delizia. Il dolce è la rappresentazione di un seno femminile. Perché questa scelta?

Il dolce nasce su proposta dell’associazione C.A.O.S. (Centro Ascolto Operate al Seno) per celebrare il mese della prevenzione del cancro al seno.

Una rete che ha coinvolto anche cinque comuni della provincia: Barasso, Casciago, Cocquio Trevisago, Comerio e Luvinate. Gli open day con le visite senologiche gratuite (leggi QUI) in programma sabato 1° ottobre sono stati un successo di prenotazioni, tanto da non esserci più nessun posto disponibile sui 120 iniziali. Le visite si svolgeranno negli ambulatori comunali di Barasso, Comerio e Luvinate, nello studio FisioHara di Casciago e nello studio del dottor Centrella di Cocquio Trevisago.

Tutta in rosa la presentazione di stamattina: erano presenti, infatti, oltre a Claudio Colombo e ad alcune volontarie C.A.O.S., Ilaria Ossola, vicesindaca del Comune di Barasso; Veronica Orlandi, vicesindaca del Comune di ComerioMonica Moretti, vicesindaca del Comune di Cocquio Trevisago; e Caterina Cantoreggi, assessora all’Istruzione e ai Servizi Educativi del Comune di Casciago.

Quindi, alla presenza delle rappresentanze dei cinque comuni e di diverse volontarie C.A.O.S., Claudio Colombo ha mostrato per la prima volta il suo dolce. Solo un prototipo quello di stamattina, il quale però sarà identico, almeno nell’aspetto, al prodotto finale, la cui ricetta rimane ancora segreta.

Si sa che sarà a base di mela e lampone e che sarà disponibile in due versioni: quella classica al cucchiaio e quella “da credenza” adatta anche al trasporto e a una più lunga conservazione.

Per assaggiare questa nuova gustosa invenzione del Colombo ci si potrà ovviamente recare nel loro locale di Barasso; oppure anche nel loro nuovo ristorante Lombo, in apertura giovedì, negli spazi adiacenti alla pasticceria.

Allietandosi il palato si contribuirà anche a una buona causa: il dolce ha un costo di 5 euro, ma parte del ricavato sarà devoluto in sostegno alla ricerca e alla lotta contro il cancro.

Lorenzo D'Angelo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore