/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 01 marzo 2022, 20:30

«Ciao Andrea, ora tu e Domenico siete i cuochi delle feste in cielo. Anche grazie a te aiutiamo i bimbi ucraini»

A Busto Arsizio gli Amici di San Giuseppe oggi hanno dato l'ultimo saluto al volontario Andrea Branca, 54 anni. Un anno e mezzo fa era scomparso il suo inseparabile compagno ai fornelli della patronale. Raccolti fondi per i piccoli soccorsi da don Giuseppe. IL VIDEO DEI VOLONTARI RIUNITI ASPETTANDO IL DON

Domenico e Andrea in un'immagine insieme

Domenico e Andrea in un'immagine insieme

Andrea e Domenico sempre insieme. I cuochi delle feste, vicino alla friggitrice che lavorava per deliziare i frequentatori della patronale di San Giuseppe a Busto Arsizio. Oggi, poche ore dopo l'arrivo dei bambini ucraini soccorsi da don Giuseppe Tedesco, gli Amici di San Giuseppe hanno dovuto dire addio ad Andrea Branca e hanno voluto ricordarlo anche così, accostandolo a Domenico Bonnarigo, scomparso più di un anno fa.

Pensando proprio alle mamme e ai bimbi portati dalla Polonia, dove si erano rifugiati, alle famiglie del territorio, l'invito è stato quello di non portare fiori, ma devolvere i fondi per quest'emergenza: sono stati raccolti 650 euro. A ricordare Andrea, durante il funerale, è stato Giovanni Antico. Mario Cislaghi ha invece tratteggiato quell'immagine dei due volontari inseparabili. «Ci piace pensare - ha detto quest'ultimo - che adesso lassù ci guardino e siano ancora insieme a cucinare per le feste in cielo».

Gli Amici di San Giuseppe si erano anche ritrovati la sera prima per ricordare Andrea, pensare al futuro e naturalmente seguire a distanza l'evoluzione di don Giuseppe Tedesco. «Era una vita che non ci rivedevamo più - sottolinea Cislaghi - e sì, intanto ci aggiornavamo sul viaggio del parroco con i bambini».

L'idea accarezzata è quella di organizzare presto di nuovo la festa patronale nel parco di viale Stelvio, un riferimento per il rione e non solo, dopo i duri tempi della pandemia. Magari spostandola rispetto al tradizionale periodo tra aprile e maggio. 

Intanto, si godeva la bellezza dello stare insieme e si seguivano gli spostamenti del parroco online. «Arriverà alle 5.08?». «Eh, ma vola?». In effetti, don Giuseppe è arrivato addirittura in anticipo, di oltre mezz'ora questa mattina. Come ha detto una mamma di Ferno presente nella spedizione, la gioia di riabbracciare i bimbi e portarli al sicuro ha messo le ali ai piedi, e pure a pulmino e auto. Chissà che le ali in questione però non siano anche quei due amici lassù, che hanno tifato per il buon fine della missione.

IL VIDEO DELL'ATTESA - CLICCA QUI 

 

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore