/ Territorio

Territorio | 18 gennaio 2022, 10:04

A Daverio la "sfida" dei materassi abbandonati

Nella zona dietro al cimitero, in mezzo al verde, si sono verificati alcuni episodi di inciviltà e di rifiuti lasciati in mezzo al verde. Il sindaco Colombo: «Non voglio fare il sindaco sceriffo, preferisco il dialogo, ma a tutto c'è un limite»

Uno dei materassi abbandonati a Daverio

Uno dei materassi abbandonati a Daverio

A Daverio da qualche tempo si sta combattendo una sorta di "guerra" tra incivili anonimi che abbandonano rifiuti, in particolare materassi, in mezzo al verde nella zona dietro al cimitero e l'amministrazione comunale ed in particolare il sindaco Marco Colombo.

Primo cittadino che nelle sue passeggiate sul territorio stigmatizza anche sui social il triste fenomeno, che purtroppo avviene in tutti i paesi e che nei giorni scorsi ha ripulito personalmente il campetto dai rifiuti lasciati lì da qualche maleducato.

«Potremmo valutare l'introduzione della videosorveglianza o delle foto-trappole per individuare i responsabili ma non voglio essere un sindaco sceriffo e preferisco il dialogo» commenta Colombo, che però davanti all'ultimo materasso abbandonato e "impacchettato", pur non perdendo l'ironia, inizia a perdere la pazienza. 

«Grazie agli operatori che hanno organizzato il ritiro del materasso riparando anche a questo gesto d'inciviltà in attesa del prossimo - prosegue il primo cittadino - mi chiedo a chi giova tutto ciò? Qual è l’obbiettivo, il senso, il vantaggio che si può trarre? Coinger ritira questo tipo di materiali al costo di 7 euro per gli ingombranti, in discarica è gratis, quindi non è neanche una questione meramente economica».

E rivolgendosi al o ai responsabili: «Mi pongo solo una domanda: cosa ti dicono il cervello e la coscienza se li hai?» conclude il sindaco di Daverio. 

 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore