/ 

| 05 ottobre 2021, 15:16

Alla memoria di Pietro Magistrelli: lo scambio di doni tra Anffas e “Binda” alla Tre Valli Varesine

La società ciclistica che organizza la classica partita da Busto Arsizio ha designato come charity partner di riferimento per gli eventi benefici che svolge sul territorio la Fondazione Anffas-Lion Mario Ravera. La cerimonia al villaggio di partenza, nel nome di Pietro Magistrelli e nel segno di una collaborazione mai venuta meno in favore delle persone bisognose

Alla memoria di Pietro Magistrelli: lo scambio di doni tra Anffas e “Binda” alla Tre Valli Varesine

L'Anffas, nel nome di Pietro Magistrelli, ringrazia la “Alfredo Binda”. E la società ciclistica ricambia, nel segno di una collaborazione che prosegue da anni. La brevissima cerimonia, ma non per questo meno significativa ed emozionante, si è svolta questa mattina (5 ottobre) al villaggio di partenza (a Casa Eolo) della centesima Tre Valli Varesine, durante la presentazione delle squadre partecipanti alla “classica” ciclistica da Busto Arsizio a Varese, alla presenza del sindaco Emanuele Antonelli e di Laura Rogora.

Da tempo, la società “Alfredo Binda” ha designato come charity partner di riferimento per gli eventi ciclistici e benefici che svolge sul territorio la Fondazione Anffas-Lion Mario Ravera, nel nome di Pietro Magistrelli, grande benefattore della città e della comunità per disabili di via Piombina venuto a mancare nella primavera scorsa.

Lo scambio di doni tra il patron della società ciclistica “Alfredo Binda”, Renzo Oldani («siamo sempre vicini alle iniziative sociali»), e il presidente della Fondazione Anffas, Diego Cornacchia, che ha raccolto il testimone di Magistrelli, è avvenuto alla partenza della gara che quest'anno taglia un traguardo significativo.

Dalla “Binda” la maglia celebrativa del centenario, consegnata nelle mani di alcuni ospiti della comunità alloggio di Sacconago. L'Anffas ha contraccambiato con una targa alla memoria di Pietro Magistrelli e una citazione («l'insegnamento lasciato dall'amato presidente») che ricalca perfettamente lo spirito buono e indomito di chi ha contribuito a rendere grande il “miracolo Anffas”, in favore delle persone bisognose: «I traguardi si raggiungono con tenacia e perizia. Le grandi conquiste si realizzano con forza e perseveranza».

Alessio Murace

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore