/ Politica

Politica | 20 settembre 2021, 19:32

Gavirate, il dissesto idrogeologico arriva in consiglio comunale

Nella seduta del 20 settembre è stata discussa un'interrogazione del consigliere di minoranza Roberto Zocchi (Viva Gavirate) alla quale ha risposto il sindaco Silvana Alberio: «Il Comune in campo con una serie di interventi per mitigare i rischi, pubblicheremo sul sito web un report periodico»

Gavirate, il dissesto idrogeologico arriva in consiglio comunale

Il tema del dissesto idrogeologico che negli scorsi mesi ha colpito duramente la cittadina, approda in consiglio comunale a Gavirate. 

A presentare un'interrogazione consiliare, che è stata discussa nella seduta del 20 settembre, è stato il consigliere di minoranza Roberto Zocchi (Viva Gavirate), che ha chiesto lumi alla maggioranza e al sindaco sui danni subiti dal territorio, gli eventuali risarcimenti arrivati dagli enti superiori, il significato di "frana attiva in movimento" contenuta nel Pgt e soprattutto quali siano gli interventi messi in atto dal Comune e come intenda comunicare con i cittadini su questo argomento. 

«Si tratta di un tema delicato che riguarda la tutela del nostro territorio e dei cittadini - ha osservato Zocchi - ringrazio la maggioranza per aver dedicato un consiglio comunale, che è il luogo dov'è rappresentata tutta la comunità, a questo argomento».

Il sindaco Silvana Alberio ha letto una dettagliata relazione del geologo. «"Frana in movimento" è un termine tecnico che non significa che ci sia una frana incombente sul paese - ha dichiarato la prima cittadina - sgombriamo il campo da equivoci e da chiacchiere da bar». 

Quanto ai danni subiti e ai risarcimenti ottenuti, per l'alluvione del 2020 il Comune di Gavirate non ha ottenuto alcun fondo dalla Regione e ricorrendo così alla cassa comunale per finanziare i lavori fatti. A febbraio 2021 sono arrivati però 400 mila euro dallo Stato con il quale si stanno finanziando degli interventi sulle zone più a rischio. 

«Per gli eventi di luglio di quest'anno abbiamo presentato in Regione tre schede danni - ha ricordato la Alberio - una da 700 mila euro per il territorio e 250 mila euro per i privati, un'altra da rispettivamente da 950 mila e da 65 mila e una terza da 180 mila per danni al territorio pubblico. Parlare di messa in sicurezza certa non è possibile, stiamo lavorando sulla mitigazione del rischio».

Quanto alla strategia comunicativa del Comune, la prima cittadina ha ricordato che «viene utilizzato il sito web del Comune, i social e la stampa locale. Sul sito comunale pubblicheremo un report periodico per aggiornare sullo stato di avanzamento dei lavori». 

Il nubifragio di domenica 19 settembre che ha colpito tutto il Varesotto ha risparmiato Gavirate. «Gli eventi atmosferici stanno cambiando e questo deve farci riflettere - ha concluso la Alberio - solidarietà ai colleghi sindaci dei Comuni più colpiti. Bisogna lavorare il più possibile insieme per mitigare gli effetti di queste bombe d'acqua». 

 

Matteo Fontana


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore