/ Politica

Politica | 18 settembre 2021, 08:07

Il giornalista Marco Tavazzi candidato con la Lega: «Bisogna pensare in grande per Varese partendo dalle sue peculiarità: castellanze e rioni»

Tre i pilastri del programma di Tavazzi: quartieri, sicurezza, cultura e sviluppo. «Da un lato decoro e accessibilità per i rioni, dall’altro rivitalizzazione con eventi. E presidi fissi di polizia locale in tutte le castellanze»

Il giornalista Marco Tavazzi candidato con la Lega: «Bisogna pensare in grande per Varese partendo dalle sue peculiarità: castellanze e rioni»

Ha scritto di Varese per anni come giornalista del quotidiano La Provincia e la città la conosce profondamente in ogni sua sfaccettatura. Oggi lavora in Consiglio regionale sempre nell'ambito della comunicazione e seguendo i lavori della IV Commissione Attività Produttive, Istruzione Formazione e Occupazione, e ha deciso di scendere anche in campo per la sua città e candidarsi come consigliere comunale nella lista della Lega.

Marco Tavazzi ha un programma ambizioso
per Varese che poggia su tre pilastri principali: quartieri, sicurezza e cultura e sviluppo. «Bisogna pensare in grande per Varese e lavorare per creare sempre più occasioni di rilancio per la città, partendo proprio dalla peculiarità di Varese, ovvero la sua policentricità: la forza e la ricchezza di Varese risiedono nel suo essere una città composta da tante realtà unite e differenti tra di loro. Lavorare sui rioni e sulle castellanze è il punto di partenza per far rinascere Varese». 

E partendo proprio dai rioni, Tavazzi ha in mente «una riqualificazione totale, che agisca su due binari: da un lato su decoro e accessibilità, dall’altro sulla rivitalizzazione con eventi, realizzati in collaborazione con comitati di quartiere ed esercenti. Le attività commerciali di vicinato sono inoltre baluardo dei quartieri esterni al centro e garanzia di un servizio fondamentale per i cittadini, per questo devono essere sostenute e tutelate anche dall’amministrazione».

I rioni devo anche essere oggetto di controlli più incisivi: «I presidi fissi di polizia locale devono essere presenti in tutti i quartieri e bisogna intavolare un confronto stretto e sinergico con le altre forze dell'ordine – sottolinea – Perché la collaborazione sia fattiva, e in grado di cogliere e contrastare sul nascere i nuovi fenomeni di microcriminalità, il monitoraggio sulla sicurezza dovrebbe essere settimanale». 

Infine, Tavazzi ha un progetto culturale che si sviluppa su tutta la città, coinvolgendo i rioni e non solo il centro. «Penso alla realizzazione di una serie di mini-festival, uno in ogni quartiere di Varese, che valorizzino la vocazione del rione. Le castellanze devono essere vive e piene di eventi quanto il centro storico – aggiunge - Si parla da anni, se non decenni, di quale sia la vocazione di Varese per riuscire a creare un grande evento per la città. Io penso che Varese, grazie alla ricchezza e alla varietà delle sue risorse, non abbia solo una vocazione, ma possa essere contenitore e laboratorio per diverse vocazioni, che possono essere sviluppate e trovare riscontro in questa serie di mini-festival. Il filo conduttore di ognuna di queste manifestazioni sarà studiato ed elaborato attraverso il confronto con i cittadini, le associazioni culturali e i comitati di quartiere. Si costruisce tutto dal basso, dal confronto diretto con i varesini. Confronto vero e non retorico». 

Che è poi il compito di ogni consigliere comunale: «Quello dell'ascolto e di farsi portavoce di problemi, proposte e istanze dei cittadini – precisa - Il consigliere comunale deve essere presente nella città, tra la gente, come punto di raccordo tra cittadini e amministrazione comunale». 

Informazione Politico Elettorale


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore