Elezioni comune di Varese

 / Territorio

Territorio | 05 agosto 2021, 12:16

All'ospedale di Tradate in arrivo un nuovo poliambulatorio per potenziare la sanità territoriale

Si è svolto l'incontro sul futuro del nosocomio cittadino cui hanno partecipato il direttore dell'Asst Gianni Bonelli, il sindaco ed Emanuele Monti: «Il Galmarini centrale per la Sette Laghi»

All'ospedale di Tradate in arrivo un nuovo poliambulatorio per potenziare la sanità territoriale

Si è svolto ieri il vertice presso la direzione generale dell’Asst Sette Laghi, al quale hanno preso parte il direttore generale, Gianni Bonelli, il presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali della Lombardia, Emanuele Monti e il sindaco di Tradate e presidente della conferenza dei sindaci dell’ATS, Giuseppe Bascialla.

«Ci siamo confrontati sugli scenari presenti e futuri del presidio di Tradate». Così Monti, presidente leghista della Commissione Sanità e Politiche Sociali della Lombardia, in una nota, sintetizza gli esiti dell’incontro.

«Negli ultimi anni si è fatto un grande lavoro di potenziamento tanto che una parte consistente dei vertici dell’Asst è operativa presso il Galmarini – continua Monti - qui vi operano due capi dipartimento: per la chirurgia Andrea Rizzi e per la cardio-toraco-vascolare Battistina Castiglioni. Due professionisti di livello che rimarcano la centralità di Tradate nell’assetto aziendale».

«In vista dell’attuazione della legge regionale sulla sanità lombarda, di cui sono relatore, abbiamo valutato, con il coinvolgimento dell’ATS Insubria, di collocare a Tradate una Casa della Comunità, ovvero uno dei poliambulatori che potenzieranno la sanità territoriale» aggiunge.

Riguardo a quanto fatto sul presidio tradatese Monti spiega: «Abbiamo rafforzato il dipartimento di medicina, tramite un riassetto del personale che ha retto benissimo durante le ondate del Covid. Con il supporto dell’amministrazione comunale, è stato realizzato l’hub vaccinale che ha permesso a tanti tradatesi di ricevere il vaccino nella propria città. Inoltre, si stanno ultimando una serie di lavori strutturali, finanziati da Regione Lombardia. Tra tutti ci tengo a sottolineare quello sulla pediatria che è fiore all’occhiello del presidio, con numeri in crescita costante e con un numero ridotto di parti con taglio cesareo».

Dal punto di vista degli scenari futuri Monti afferma: «Abbiamo analizzato anche le criticità. I reparti di radiologia e di pronto soccorso hanno bisogno di interventi concreti. Il direttore Bonelli ha annunciato l’avvio delle procedure concorsuali per assumere medici e radiologi già dal mese di settembre. Per quanto riguarda il pronto soccorso, termineranno nella metà del 2022 i lavori di adeguamento e ammodernamento degli spazi del reparto».

Di seguito il dettaglio degli investimenti sull’ospedale Galmarini di Tradate:

- Ristrutturazione monoblocco (6.277.000,00 euro): lavori eseguiti per circa il 90% dello stanziato (compresi due porzioni di piano 1° e 2° già terminati e consegnati). È in corso la ristrutturazione e ampliamento di una porzione del Piano 3° per la realizzazione della nuova Pediatria;

- Ristrutturazione sala d’attesa del Pronto Soccorso e dell’Endoscopia (800.000,00 euro): progettazione esecutiva terminata e approvata da Regione Lombardia. Saranno terminati i lavori entro il 2021;

- Nuovo blocco operatorio (3.080.000,00 euro): in corso di riformulazione del capitolato e affidamento fornitura entro l’anno in corso;

- Lavori di completamento e ampliamento terapia intensiva (1.063.000,00 euro): entro breve consegna progetto definitivo a cui segue valutazione di parte sanitaria per approvazione. Poi avverrà la redazione progetto esecutivo entro 30 gg. Impresa esecutrice già individuata, durata lavori 180 gg;

- Realizzazione ex novo terapia subintensiva (91.500,00 euro): fornitura di attrezzature.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore