/ Cronaca

Cronaca | 19 luglio 2021, 13:10

Caccia all'uomo tra stranieri per le strade di Gallarate con spranghe, tirapugni e mazze da cricket: quattro denunce

Quattro pakistani nei guai: cercavano vendetta nei confronti di un nordafricano che aveva aggredito uno di loro. A innescare la "faida" un litigio durante i festeggiamenti per la vittoria dell'Italia agli Europei

(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

Una vera e propria caccia all'uomo per le vie del centro di Gallarate per vendicarsi dell'aggressione subita da un connazionale dopo un litigio scoppiato durante i festeggiamenti in piazza per la vittoria dell'Italia agli Europei. A stroncarla, evitando guai peggiori, sono stati nella notte tra sabato e domenica scorsa gli agenti della Polizia di Stato di Gallarate, che hanno denunciato quattro cittadini pakistani per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e un loro connazionale per favoreggiamento personale.

In seguito ad una segnalazione giunta al 112 i poliziotti sono intervenuti in centro città dove hanno individuato alcuni cittadini pakistani. Dopo gli accertamenti gli agenti sono riusciti a ricostruire l’accaduto: verso le 23.15 un gruppo di maghrebini, capeggiate da un cittadino marocchino noto alle forze dell’ordine, ha aggredito, in piazza Garibaldi, un cittadino pakistano di 24 anni, con il quale aveva avuto un litigio durante i festeggiamenti per la vittoria dell'Italia ai campionati europei di calcio.

Dopo aver subito l’aggressione nei giorni precedenti, non segnalata alle forze di Polizia, il ventiquattrenne ha chiesto aiuto al fratello ed ai suoi amici che - dopo essersi procurati mazze da cricket, sbarre di ferro ed altri oggetti atti ad offendere - si sono messi alla ricerca degli aggressori del connazionale, organizzando una vera e propria battuta di caccia all’uomo per il centro di Gallarate.

Il tempestivo intervento degli uomini del Commissariato di via Ragazzi del ’99 ha scongiurato il peggio ed ha permesso il sequestro di due aste in ferro a sezione quadrata lunghe 60 cm, un tirapugni in metallo, due mazze da cricket, un taglierino ed una chiave a inglese.

Per tre dei pakistani, noti alla forze dell’ordine, è scattata la denuncia per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, mentre il quarto è stato denunciato per favoreggiamento personale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore