/ Cronaca

Cronaca | 17 maggio 2021, 17:01

La lite tra conviventi in centro a Varese finisce con calci e sputi ai poliziotti e non si ferma neppure in pronto soccorso

Sabato pomeriggio movimentato per gli agenti della Volante della polizia che, chiamati a sedare un litigio, sono stati aggrediti. Per fermare l'ira dell'uomo necessario lo spray urticante, mentre la donna non si è calmata nemmeno in ospedale

La lite tra conviventi in centro a Varese finisce con calci e sputi ai poliziotti e non si ferma neppure in pronto soccorso

Sabato pomeriggio movimentato quello appena trascorso a Varese: un uomo e una donna, entrambi cittadini italiani e conviventi, cittadini italiani di anni sono stati arrestati per i reati di resistenza, lesioni ed oltraggio a pubblico ufficiale. L'arresto è arrivato al termine di due diversi interventi avvenuti rispettivamente nell’abitazione della coppia e poi al pronto soccorso.

Inizialmente, le volanti della Questura sono intervenute in un condominio del centro di Varese per una lite in corso tra i due conviventi che, in stato di alterazione alcolica., avevano iniziato a prendersela l'uno con l'altra. Sedati gli animi dopo la lite, iniziata per futili motivi e sfociata in lievi ferite ad entrambi, gli agenti, mentre insieme al personale sanitario del 118 stavano soccorrendo la donna ferita ad un orecchio, sono stati oggetto di sputi e tentativi di calci e pugni da parte della stessa.

Non contenta, la donna ha richiamato il compagno col quale poco prima aveva litigato per avere supporto nei confronti dei poliziotti. Ne è nata, quindi, una violenta colluttazione, con gli agenti che a fatica e grazie anche all’utilizzo dello spray urticante in dotazione sono riusciti a contenere l’ira dell’uomo, subito dopo accompagnato in Questura. Uno degli agenti impegnati nel contenimento dell’energumeno ha anche riportato lievi lesioni.

La scena si è poi spostata al pronto soccorso, dove è stata condotta la donna per medicare la ferita all’orecchio. Anche qui, invece di ricevere le cure dei sanitari, la stessa ha proseguito nel suo folle tentativo di picchiare gli agenti della Volante che, alla fine, l’hanno tratta in arresto e portata nel carcere femminile di Como. Stessa sorte per il compagno che, in attesa del giudizio di convalida, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Per entrambi, nel corso del giudizio direttissimo celebrato nella mattinata odierna, il Giudice del Tribunale di Varese ha disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria in attesa del processo che li vede imputati dei reati di lesione, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore