/ Politica

Politica | 01 aprile 2021, 13:37

Varese Praticittà lancia le proposte concrete per il protagonismo delle donne

Le assessore di Palazzo Estense: «Portare il nostro sguardo dalle donne in difficoltà sociale alle donne costruttrici e ricostruttrici, diventa fondamentale per favorire sia un welfare economico sia sociale, perché più donne al lavoro significano crescita del Paese»

Varese Praticittà lancia le proposte concrete per il protagonismo delle donne

Partendo dalle serate di confronto e dibattito promosse dalla lista Varese Praticittà e dall’analisi di numeri che rappresentano la realtà, particolarmente aggravata dalla pandemia (oggi si sottolinea la questione della She-cession e i dati allegati a fine articolo dimostrano che le donne sono le più penalizzate: l’uscita dal mercato del lavoro delle donne è stata di 1.8 volte maggiore rispetto agli uomini), le donne della lista, rappresentate dalle assessore Ivana Perusin, Cristina Buzzetti, Francesca Strazzi accompagnate anche dalla collega Rossella Dimaggio, hanno proposto un insieme di azioni concrete, loro proposte per una Varese che decolla con il protagonismo delle donne. 

DONNE E POLITICA

  • Lavorare su un’azione politica che supporti il principio “no women no panel” nelle iniziative patrocinate dall’amministrazione locale varesina;
  • Sensibilizzare le donne alla politica / amministrazione suscitando la passione per la vita della città mediante l’istituzione di tavole rotonde e incontri “mensili” anche con stakeholder (rappresentanze femminili di categoria).

DONNE E LAVORO

  • Istituzione di un fondo da destinarsi ad attività di imprenditoria femminile per attività piccole e medie,  per start up e nuove professioni, per combattere la monocommitenza
  • Bandi per gestire attività o servizi pubblici privati con punteggi che premino aziende femminili; 
  • Intervento di diffusione cultura digitale per favorire l’inclusione qualificata: buoni per l'acquisto di connessione a Internet veloce e di pc/tablet, corsi di formazione;
  • Organizzazione di percorsi per incrementare l’autonomia e le competenze finanziarie e sostenere l’accesso al credito (bandi per microcredito in collaborazione con Fondazioni);
  • Coworking con servizi integrati dedicati all’infanzia

DONNE E RECOVERY FUND

  • Garantire che una quota significativa del recovery fund, in linea con le direttive del Governo,  venga destinato ad azioni di sostegno della diversity.
  • Assicurarsi che il tema della diversità sia trasversale su tutte le aree di interesse del Varese future plan.

DONNE,  FORMAZIONE E CONDIVISIONE

  • Organizzare e partecipare attivamente ad azioni, eventualmente con altre associazioni, al fine di offrire opportunità di confronto, di stimolo e di creazione di networking per le donne;
  • Offrire alle donne luoghi e spazi di confronto, aggregazione e relazione (come cooperative onlus, alle associazioni femminili, alle giovani artiste, musiciste, etc.); 
  • Offrire alle famiglie luoghi e occasioni di approfondimento e confronto sulla genitorialità a partire dalla nascita fino all’adolescenza.

«Portare il nostro sguardo dalle donne in difficoltà sociale - affermano gli esponenti della lista - alle donne costruttrici e ricostruttrici, diventa fondamentale per favorire sia un welfare economico sia sociale, perché più donne al lavoro significano crescita del Paese e maggiore serenità nella scelta di diventare madri; inoltre dove ci siano donne che prendono decisioni importanti, più significativa sarà la spinta verso la ripresa economica».

Files:
 Praticamente Diversi Final 5 2 6095  (253 kB)

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore