/ Cronaca

Cronaca | 01 agosto 2020, 07:59

Un venerdì maledetto sui laghi: ragazzo di 20 anni annega nel Lario

Dopo l'uomo morto dopo un tuffo nel lago a Porto Ceresio un'altra vittima nella serata di ieri nel Comasco

(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

Una giornata nera per i tuffi nei laghi quella di ieri. La tragedia costata la vita a un uomo di 47 anni, inghiottito dal lago a Porto Ceresio nel tardo pomeriggio di venerdì (leggi QUI) non è stato l'unico incidente di questo tipo registrato ieri in Lombardia.

Sempre nel pomeriggio di ieri, infatti, un ragazzo di 20 anni è morto annegato dopo un tuffo nelle acque del lago di Como. E' successo poco dopo le 17 a Faggeto Lario, poco distante dal lido, area molto frequentata durante le calde giornate estive.

Il ragazzo, secondo una prima ricostruzione, era entrato in acqua con alcuni amici: all'improvviso è stato visto inabissarsi. Le persone che erano con lui hanno subito dato l'allarme e sono scattate le ricerche, portate avanti dai sommozzatori dei vigili del fuoco, dal personale medico intervenuto con l'elisoccorso, dai carabinieri e dalla Guardia di Finanza.

Nella serata di ieri il drammatico esito delle ricerche: il corpo del giovane è stato trovato senza vita, recuperato dei sommozzatori dei vigili del fuoco.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore