/ Basket

In Breve

sabato 01 agosto
venerdì 31 luglio
mercoledì 29 luglio
martedì 28 luglio
lunedì 27 luglio
sabato 25 luglio
venerdì 24 luglio

Basket | 29 luglio 2020, 16:44

10 ANNI DI CONSORZIO/6. «Io, imprenditrice, scelgo Varese nel Cuore proprio nel post Covid. Per dare un segnale»

Eleonora Nicora e la sua azienda di Laveno sono una delle new entry tra i proprietari biancorossi: «Struttura giovane e scelta giovane, puntiamo sul territorio per fare squadra. E' il momento del coraggio. La mia bimba giocherà al palazzetto durante le partite e magari parlerà con Scola in spagnolo»

10 ANNI DI CONSORZIO/6. «Io, imprenditrice, scelgo Varese nel Cuore proprio nel post Covid. Per dare un segnale»

La forza del Consorzio "Varese nel Cuore", che oggi compie dieci anni, è anche nella storia bellissima di Eleonora Nicora, imprenditrice che con la sua Nicora Consulting ha sede a Laveno e che ha deciso di entrare a far parte della squadra di proprietari della Pallacanestro Varese proprio nel periodo post l'emergenza Covid.

Perché un'imprenditrice del territorio entra nel Consorzio proprio ora?

Perché è il momento giusto per avere e dare fiducia. Perché è un modo magari un pochino più delicato e leggero per rimanere ancorati al territorio. Perché siamo una struttura giovane e questa è una scelta "giovane" e bella di chi crede nel presente e guarda al futuro. Ma io ne faccio soprattutto una questione di territorio: mi sento lombarda-lombarda, metà varesotta e metà bresciana. E poi questa decisione che arriva dopo il Covid è anche molto apprezzata da chi lavora insieme a me, ama il basket e fa squadra.

Ci racconta la sua azienda e il suo legame con il territorio?
Siamo di Laveno Mombello e siamo figli di un'altra, storica azienda tra i primi rivenditori Olivetti negli anni 70. Io questo mestiere lo faccio da 22 anni, ora ne ho 45 e voglio andare avanti per sempre. L'azienda si chiama Nicora Consulting a cui si affianca la Nicora Comunication, ci occupiamo di consulenza e siamo rivenditrici diretti Sharp in provincia: andiamo dalle macchine per ufficio a pacchetti legati alle telecomunicazioni e agli impianti telefonici. Siamo in 5 più 2 free lance. A inizio settembre apriremo una nuova sede nella via centrale di Laveno: sarà uno show room con una piccola parte aperta anche al pubblico per usufruire dei servizi di Sharp, con portatili e pc.

Che rapporto ha con la Pallacanestro Varese?
Inizio oggi la mia storia nel basket. L'idea del Consorzio mi è piaciuta ascoltando due imprenditori che per me sono motivo di ispirazione e cioè Andrea Crocella e Silvano Cesaro. Mi piacerebbe che passasse il messaggio che non tutto è così drammatico, ci sono anche momenti di appartenenza e leggerezza come può essere la scelta di entrare nel Consorzio, almeno per noi: i "maschiacci" con cui lavoro sono tifosi e sono contenti. Uno dei primi messaggi sul cellulare diceva: "Luis Scola argentino numero 1, andiamo a vedere un pezzetto di Nba".

Cosa la incuriosisce di più in questa nuova avventura?
L'ambiente del palazzetto: da come me ne parlano credo possa dare forti motivazioni anche ai miei ragazzi e possa aiutare a fare squadra anche fuori dal lavoro. Siamo un gruppo coeso, abbiamo tutti tra i 35 e i 45 anni, sposiamo il principio della territorialità e credo che la Pallacanestro Varese porti questi valori anche oltre il nostro territorio. E poi conoscendo imprenditori che hanno aziende più grandi delle mie posso imparare sicuramente qualcosa: farlo davanti a una partita è meglio. 

Con chi verrà al palazzetto, oltre che con i ragazzi della sua squadra-azienda?
Porterò la mia piccola Aurora: ha 4 anni e il gioco di squadra si impara da piccoli. Magari potrà anche dire qualche parola a Scola, visto che è bilingue spagnola. Poi magari inizierà anche a giocare a pallacanestro: chissà...

L'augurio più bello per il compleanno del Consorzio qual è?
Di riuscire a festeggiare altri due o tre decennali, e di superare questo momento delicato, visti i limiti che impattano su una realtà sportiva che vive e necessita, in campo e fuori, di contatto fisico. La società ci crede: spero che lo facciano anche altri imprenditori, magari altre imprenditrici, perché questo è il momento del coraggio.

_________
10 ANNI DI CONSORZIO/1. Quei pionieri che salvarono la pallacanestro con un'idea che ha fatto scuola - Clicca QUI per leggere

10 ANNI DI CONSORZIO/2. Il canestro di Sakota che zittisce Siena a 62 centesimi, gli Incredibili di Caja (dal fondo al sesto posto), il matrimonio scoppiato con il Poz - Clicca QUI per leggere

10 ANNI DI CONSORZIO/3. Artiglio: fatti e non parole. L'immortalità di Recalcati, Vitucci bello e impossibile, il troppo amore del Poz e Bizzozi primo dei secondi - Clicca QUI per leggere

10 ANNI DI CONSORZIO/4. «La Pallacanestro Varese è un bene "pubblico", chi l'aiuta restituisce qualcosa al territorio. Nel 2017 corremmo un grosso pericolo...» - Clicca QUI per leggere

10 ANNI DI CONSORZIO/5. «La Pallacanestro Varese non è la squadra di una città ma di tutti. L'augurio più bello: tornare a riempire il palazzetto sognando i playoff» - Clicca QUI per leggere

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore