/ Territorio

Territorio | 16 luglio 2020, 11:50

Il lento ritorno alla normalità della casa di riposo di Gavirate: nessun caso positivo, accolto il primo nuovo ospite

A tre mesi esatti dal primo caso di Coronavirus nella struttura, la Bernacchi Gerli Arioli fa il punto: «Su 38 ospiti contagiati, 12 sono deceduti a causa del virus, abbiamo ripreso le attività in palestra e dell'animazione, mentre continuano anche gli incontri protetti in giardino con i famigliari. Nelle prossime settimane continueremo ad accogliere nuovi ospiti».

Il lento ritorno alla normalità della casa di riposo di Gavirate: nessun caso positivo, accolto il primo nuovo ospite

A tre mesi esatti dai primi casi di Coronavirus registrati alla Fondazione Bernacchi Gerli Arioli, la casa di riposo di Gavirate sta tornado lentamente alla normalità.

«Dopo gli ultimi tamponi eseguiti giovedì e venerdì della scorsa settimana, nessun ospite positivo è più presente in struttura - spiegano Giovanni Speziani Frattini, consigliere delegato all'area sanitaria della Fondazione e il dottor Stefano Cambria, responsabile medico dell'Unità di Crisi della Bernacchi - Rimane solo un ospite che ha il penultimo tampone negativo e l’ultimo dubbio, per il quale attendiamo i due tamponi consecutivamente negativi per dichiararlo guarito a tutti gli effetti».

«Complessivamente - proseguono Speziani e Cambria - abbiamo avuto 38 ospiti contagiati, di questi, 12 sono deceduti a causa dell’infezione da Coronavirus. Ieri abbiamo accolto il primo ospite nuovo, seguendo tutte le indicazioni emanate dalla Regione, contenute nella DGR 3226 del 9 Giugno 2020. Proseguiremo con l’accoglienza dei nuovi ospiti, secondo le tempistiche stabilite nel decreto, nelle prossime settimane. Le visite dei familiari all'interno dei reparti rimarranno sospese sino a nuove indicazioni regionali; proseguiremo quindi, sino ad allora, con le attività già in essere come le visite in giardino o negli spazi protetti al piano terra e le videochiamate». 

«Lentamente - concludono dall'Unità di Crisi della casa di riposo gaviratese - stiamo cercando di tornare alla normalità: da lunedì sono riprese le attività in palestra da parte dei fisioterapisti e analoga indicazione è stata data al servizio di Animazione. Tutte le attività di accoglienza e di assistenza, così come quelle di sorveglianza sugli ospiti e gli operatori, ed i percorsi all'interno della struttura, sono state esplicitate nel “Piano Organizzativo Gestionale” redatto dall'Unità di Crisi ed inviato all’inizio della settimana all'ATS Insubria». 

Matteo Fontana

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore