/ Cronaca

Cronaca | 05 dicembre 2019, 11:44

Lavoratori irregolari e prodotti contraffatti, i carabinieri sospendono l'attività di un negozio di parrucchiere

I militari di Busto e quelli dell'Ispettorato del lavoro di Varese hanno riscontrato varie irregolarità in un negozio di Busto.

Il materiale sequestrato dai carabinieri

Il materiale sequestrato dai carabinieri

Lavoratori irregolari e prodotti contraffati, i carabinieri sospendono l'attività commerciale di un negozio di parrucchiere a Busto Arsizio. Il provvedimento è stato preso dai militari dell'Arma dopo un'ispezione nell'attività commerciale da parte dei carabinieri della stazione cittadini e di quelli del Nucleo Ispettorato del lavoro di Varese, che hanno riscontrato le irregolarità.

L'attività commerciale è stata sospesa «per riscontrate violazioni, in particolare per aver adibito al lavoro personale sprovvisto di regolare contratto di  lavoro; mancata autorizzazione all’installazione delle telecamere; mancata redazione documento valutazione rischi, mancata formazione e informazione sui rischi e mancata sottoposizione visita medica dei dipendenti».   

I carabinieri hanno rilevato la presenza di due lavoratori irregolari e di un lavoratore in nero. La titolare dell'attività commerciale, oltre ad essere stata denunciata a piede libero per violazione della normativa sul lavoro, è stata denunciata anche per ricettazione e per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.

All’interno del negozio, infatti, i militari hanno rinvenuto prodotti di bellezza e profumi di vari marchi, anche noti, evidentemente contraffatti: tutto il materiale è stato posto sotto sequestro con lo scopo di sottoporre i prodotti ad accertamenti qualitativi per verificare la presenza di eventuali allergeni o principi nocivi.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore