/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 13 gennaio 2020, 18:00

Somma, l'Agnesino 2020 assegnato a don Franco Gallivanone

La commissione del premio ha scelto l'ex parroco per l'importante riconoscimento assegnato ogni anno a un cittadino meritevole

Somma, l'Agnesino 2020 assegnato a don Franco Gallivanone

La commissione per l’Agnesino ha deciso di assegnare il premio 2020 a don Franco Gallivanone, nell’anno del quarantesimo di ordinazione sacerdotale. La commissione, formata dal sindaco Stefano Bellaria, dall’assessore alla Cultura Raffaella Norcini, dal presidente della Pro Loco Fabio Guatta Cescone e dal prevosto don Basilio Mascetti e dal presidente del consiglio comunale Gerardo Locurcio, ha scelto l’ex parroco e prevosto di Somma, dal 2006 al 2016, per il più importante riconoscimento che ogni anno, dal 1987, viene assegnato a un cittadino meritevole che si è distinto in favore della comunità.

Don Franco Gallivanone è nato nel 1956 a Milano e dal 2016 è parroco della parrocchia prepositurale San Pio V e Santa Maria di Calvairate (Milano). Ordinato prete nel 1980 da Carlo Maria Martini, per 26 anni ha lavorato nei seminari di Saronno e Venegono e a diretto contatto con i sacerdoti più giovani, all’inizio della loro esperienza di ministero, alla guida dell’Ismi, Istituto sacerdotale Maria Immacolata di Milano. Nel 2006 è diventato parroco a Somma Lombardo e nel 2011 prevosto della comunità pastorale “Maria, Madre presso la Croce” che unisce Somma, Mezzana, Coarezza, Maddalena, Case Nuove, Vizzola Ticino e Castelnovate.

Queste le motivazioni per l’Agnesino 2020: «Don Franco Gallivanone, di cui ricorre quest’anno il quarantesimo anniversario di ordinazione sacerdotale, si è particolarmente distinto durante il suo servizio pastorale a Somma Lombardo per l’attenzione e la vicinanza dimostrate nei confronti delle persone ammalate e delle loro famiglie. Importante è stata la sua capacità di relazionarsi con tutti, nonché la sua infallibile memoria con cui ricorda puntualmente il nome e il volto di ogni persona che incontra. Proverbiale, poi, la sua passione per la musica sacra che lo ha portato più volte a dirigere corale e fedeli direttamente dall’altare. Infaticabile pastore, ricordiamo con affetto l’immagine di don Franco intento a raggiungere le sette parrocchie della neonata comunità pastorale a bordo del suo inseparabile scooter».

Negli ultimi quattro anni amministrazione comunale, Pro Loco e Parroco hanno deciso di riportare la consegna del prestigioso riconoscimento in piazza, all’interno dei festeggiamenti della patronale di Sant’Agnese.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore