/ Gallarate

Cerca nel web

Gallarate | 31 luglio 2019, 12:42

Aggressione a sfondo sessuale a Gallarate, il leghista Matteo Bianchi: «Servono pene esemplari. La castrazione chimica in alcuni casi è necessaria»

L'episodio è avvenuto sabato sera e la prontezza della ragazza ha evitato guai peggiori. Il segretario provinciale della Lega: «Il dibattito sull'inasprimento delle pene deve andare avanti»

Il deputato leghista Matteo Bianchi

Il deputato leghista Matteo Bianchi

La notizia di un'aggressione a sfondo sessuale nei confronti di una ragazza minorenne, avvenuta sabato sera a Gallarate (leggi qui la cronaca) e che ha portata alla denuncia di un trentasettenne italiano, scatena la reazione di Matteo Bianchi, deputato e segretario provinciale della Lega, che chiede pene forti per reati di questo genere.

«Il dibattito sull’inasprimento delle pene - ha dichiarato Bianchi in una nota stampa - per i reati sessuali deve andare avanti. E soprattutto non va accantonata la proposta di ricorrere, in alcuni casi, anche alla castrazione chimica».

«Non oso immaginare quale potrebbe essere la reazione di ognuno di noi, se un fatto del genere dovesse accadere a qualcuno che conosciamo, ad una persona a noi cara – dichiara Bianchi – pur non conoscendo la ragazzina vittima dell’aggressione, io per primo provo una profonda rabbia contro l’essere che ha tentato di abusare di lei».

«Fortunatamente la giovane ragazza ha avuto prontezza di reazione e le forze dell’ordine sono poi intervenute prontamente, riuscendo a trovare subito l’individuo – prosegue il deputato leghista – devo ringraziare le forze dell’ordine e auspicare che casi analoghi non succedano più nella nostra provincia».

«Quello che ora noi rappresentanti eletti nelle istituzioni dobbiamo fare è ottenere l’inasprimento delle pene: la violenza sessuale è un reato spregevole che va punito con estrema serietà e con pene esemplari» conclude Bianchi. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore