/ Varese

Varese | 13 giugno 2024, 11:18

Spiagge e bagni sicuri su laghi e fiumi del Varesotto: il decalogo con i consigli della Prefettura

Suggerimenti sia per gli enti e le istituzioni locali che per bagnanti e turisti: in corso di definizione, anche per quest'anno, la convenzione per istituire un presidio acquatico dei vigili del fuoco per interventi di soccorso urgente

(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

In vista della stagione estiva 2024, il Prefetto di Varese Salvatore Pasquariello ha predisposto un decalogo contenente alcuni suggerimenti per prevenire incidenti con a volte conseguenze tragiche come la morte per annegamento, sulle spiagge di laghi e fiumi della provincia di Varese. 

Per prima cosa, richiamare l'attenzione dei bagnanti sull'uso corretto di apparecchi radio, al fine di evitare disturbi alla quiete pubblica, sull’uso di barbecue, nonché su un uso moderato di bevande alcoliche.

In secondo luogo installare, in prossimità delle aree interessate, cartellonistica riportante i simboli di divieto e di pericolo (accensione fuochi, divieto di balneazione) facilmente comprensibili, considerando che le aree in questione sono talvolta frequentate da cittadini stranieri che spesso non comprendono la lingua italiana.

Prevedere il divieto di stazionamento ed ancoraggio di barche e natanti nello specchio d'acqua riservato alla balneazione, predisponendo apposite corsie di atterraggio. Delimitare le acque di balneazione prospicenti le spiagge libere e gli stabilimenti balneari posizionando boe di segnalazione. Organizzare, compatibilmente con le risorse disponibili, il servizio di salvataggio per le spiagge libere.

La Prefettura ha richiamato anche dieci regole molto importanti per la sicurezza dei bagnanti e per prevenire situazioni di pericolo: valutare le capacità natatorie in relazione alle condizioni climatiche (temperature, onde, cento), alle correnti e alle altezze in caso di tuffo, mai avventurarsi da soli lontano dalla riva, prestare attenzione all'escursione termica all'ingresso in acqua, non entrare in acqua se non in perfette condizioni cli salute, attendere tre ore dai pasti prima di entrare in acqua, non forzare le proprie prestazioni fisiche, non tuffarsi da mezzi di navigazione sia fermi sia in movimento, non avventurarsi in apnee e prestare attenzione all'iperventilazione, non arrampicarsi sulle scogliere, nuotare nelle apposite aree riservate ai bagnanti e in ogni caso mantenersi a distanza di sicurezza dai natanti.  

Il Prefetto segnala nuovamente la tendenza, sempre più frequente fra i più giovani, ad utilizzare impropriamente parapetti o passerelle come trampolini di lancio per tuffi: gesti potenzialmente pericolosi.  

Dal 12 giugno 2023 è permanentemente operativo il secondo Nucleo Mezzi Navali della Guardia Costiera Lago Maggiore con base operativa a Solcio di Lesa (NO). Per le richieste di soccorso e operativo il Numero blu ‘“155 0” (h24).

La Prefettura ricorda che è in corso di stipula, anche per quest'anno, la convenzione tra Prefettura, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e l'Autorità di Bacino lacuale dei Laghi Maggiore, Comabbio, Monate e Varese, concernente l'istituzione di un presidio acquatico dei Vigili del Fuoco per interventi di soccorso urgente.  

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore