/ Territorio

Territorio | 20 marzo 2024, 11:17

Un incontro con l’antropologa e dottoressa legale Cristina Cattaneo all’Eremo di Santa Caterina

Venerdì 22 marzo alle ore 15.30 un importante appuntamento per conoscere il lavoro della dott.ssa Cattaneo sul riconoscimento e l’identificazione dei migranti naufragati durante la traversata del Mediterraneo

Un incontro con l’antropologa e dottoressa legale Cristina Cattaneo all’Eremo di Santa Caterina

All’Eremo di Santa Caterina del Sasso, monumento di cui la Provincia di Varese è proprietaria, prosegue la mostra “La memoria degli oggetti. Lampedusa, 3 ottobre 2013. Dieci anni dopo”, visitabile sino al 9 aprile 2024.

Durante questo periodo è stata organizzata una rassegna di incontri per approfondire i temi citati e affrontati in questa mostra: venerdì 22 marzo l’Eremo ospiterà la prof.ssa Cristina Cattaneo, direttrice del Labanof - Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense e del Museo universitario delle scienze Antropologiche, mediche e forensi per i diritti umani (Musa) dell’Università Statale di Milano.

La sua attività di ricerca si sviluppa su tre principali linee: l’identificazione dei migranti scomparsi, l’interpretazione dei segni di trauma sulle vittime di tortura e maltrattamenti e lo scenario archeologico per esaminare i resti umani nella prospettiva di violenza e diritti umani. Venerdì 22 marzo racconterà, in relazione alla mostra visitabile all’Eremo, le sue attività per l’Ufficio del Commissario Straordinario in merito all’identificazione dei migranti scomparsi nel naufragio del 3 ottobre 2013.

La dott.ssa Cattaneo porta avanti questo lavoro sostenendo che l’identificazione dei corpi è il primo comandamento della medicina legale: dare un’identità porta con sé un significato cruciale soprattutto per le persone vive, per le famiglie che cercheranno di avere una risposta sulla storia che il proprio figlio o la propria figlia ha avuto.

In queste settimane, l’Eremo sta registrando un alto numero di persone che visitano il luogo proprio in occasione della mostra. Oltre ai visitatori e ai gruppi adulti, diverse scuole, soprattutto superiori, colgono l’occasione per far conoscere ai propri studenti queste tematiche attuali e ragionare insieme a loro sulle cause e sulle conseguenze che si portano con sé.

L’incontro del 22 marzo sarà preceduto da una visita guidata alla mostra, con inizio alle ore 14.30 (bit.ly/mostraeremo).

L’accesso alla mostra e agli incontri è subordinato al pagamento del biglietto di ingresso dell’Eremo (5 euro intero /3 euro ridotto). Per chi desiderasse partecipare anche alla visita guidata è previsto un costo aggiuntivo pari a 5 euro cadauno.

c. s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore