/ Basket

Basket | 13 febbraio 2024, 15:25

Torino va a canestro con le Final Eight e accoglie "re" Carlton Myers: "Una città che mi ha stupito, ha grande passione"

Domani comincia la fase finale di Coppa Italia e l'ex azzurro è il testimonial della manifestazione. "Una grande risposta di pubblico anche se la società non è in gara"

Torino va a canestro con le Final Eight e accoglie "re" Carlton Myers: "Una città che mi ha stupito, ha grande passione"

Da domani Torino diventa la capitale del regno del basket e oggi ha accolto uno dei re della palla a spicchi, Carlton Myers, che ha incontrato pubblico e appassionati nel negozio di piazza San Carlo di Breitling, sponsor della Final Eight (e che ha Antetpkoumpo come testimonial). Anche se ha appeso le scarpe al chiodo da 15 anni, il suo carisma e il suo richiamo sono immutati. "Torino mi ha piacevolmente sorpreso - dice l'ex azzurro -. Spesso si fanno eventi in società storiche, anche piccole. Ma senza la presenza delle squadre del posto come Pesaro, Treviso o Bologna in finale è difficile riempire i palazzetti. Invece Torino accorre in massa: ai torinesi piace un certo tipo di palcoscenico e rispondono con entusiasmo".

Pronostico difficile

Difficile, anche per un campione, fare un pronostico per una competizione che nasconde molte insidie. "Sono partite secche, opportunità che possono essere irripetibili, soprattutto per quelle squadre che, come Pistoia o Napoli, non possono ambire allo scudetto. Brescia la fa da padrona, ma ora ha aspettative. Poi è difficile non fare i nomi di Bologna e Milano, sulla carta". E aggiunge: "Non avere una favorita scontata aiuta e le squadre che hanno partecipato già lo scorso anno sono state brave ad alzare l'asticella e quindi anche società come Milano e Bologna hanno dovuto alzare il livello".

Ma la marcia in più, arriverà dagli spalti. Soprattutto in una città che ha molta fame di pallacanestro. "È importante il contesto, il pubblico, altrimenti i giocatori non bastano, anche i più blasonati", dice Myers.

Un successo figlio di una grande organizzazione 

E per l'edizione 2024 si cerca il bis di un 2023 molto positivo. "È stati un successo perché c'è stata una buona organizzazione e una buona chimica. È una squadra che sta facendo cose importanti per valorizzare il movimento".

Sul suo presente da testimonial, Myers soiega come "qualunque atleta che ha lasciato un retaggio dignitoso ha poi la responsabilità di essere punto di riferimento e un esempio non solo per lo sport che ha fatto, ma anche fuori dal campo. Non sempre da giocatore lo sono stato, anche per la giovane età. Sinner invece l'ha già capito adesso e mi fa molto piacere. Oggi la società ha bisogno di un modello in cui vittoria e successo non sono l'unico obiettivo".

Massimiliano Sciullo


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore