/ Territorio

Territorio | 05 dicembre 2023, 18:01

Grande musica per i 25 anni del “Taccuin de Cuvi”

Sabato 9 dicembre la presentazione del Calendario Cuviese, nella tradizionale serata con il concerto della Banda e la consegna delle borse di studio

Grande musica per i 25 anni del “Taccuin de Cuvi”

Da un quarto di secolo entra nelle case portando storia e immagini dei paesi del centro valle, facendo rivivere ai più maturi i tempi passati e facendo conoscere ai giovani le nostre radici.

E’ il “Taccuin de Cuvi”, l’annuale almanacco di Cuvio promosso da Filarmonica Cuviese e Pro Loco di Cuvio che con la prossima edizione raggiunge l’apprezzabile meta dei 25 anni di attività soprattutto grazie all’impegno e alla passione di Giorgio Roncari e Graziano Tenconi.

Ideato nell’estate del 1999, semplicemente per celebrare l’arrivo del nuovo millennio, la pubblicazione che riguardava solo Cuvio suscitò interesse e i numerosi consensi espressi dai lettori sono stati lo sprone per gli autori a continuare nella compilazione anche negli anni a seguire, coinvolgendo anche l’intera Valcuvia.

Col passare degli anni, plauso e stima giunsero anche dall’estero: da nazioni come Francia, Svizzera e Germania e fino dalle Americhe (Uruguay, Argentina, Canada) e Australia dove i valcuviani, lì emigrati, rivivono con affetto e nostalgia le vicende storiche della valle.

L’almanacco cuviese si presenta nella solita veste: riporta le notizie dei vari appuntamenti che animano il centro valle; le foto storiche accompagnano gli interessanti e curiosi scritti che riguardano la Valcuvia, variando ogni anno argomento. Un formato che ha trasformato la pubblicazione da semplice calendario in un affascinante volume di storia e cultura locale.

Nel “Taccuin del 2024”, vita e abitudini di un tempo, che erano l’anima dei nostri meravigliosi paesi, saranno illustrati attraverso i vari termini del nostro bellissimo dialetto: vocaboli che si usavano una volta, termini caduti in disuso, che nascondono nella loro spiegazione forti tracce della nostra cultura e del nostro passato. Sia attraverso le parole, che attraverso le varie foto, si potrà rievocare un apparato sociale molto più umano e collettivo che purtroppo va sempre più perdendosi.

Anche se ora l’impegno per la gestione e la realizzazione del Taccuin è equamente divisa tra Filarmonica e Pro Loco, comunemente viene sempre detto “il calendario della Banda” e quindi la presentazione sarà durante l’appuntamento di fine anno di maggior importanza della Filarmonica Cuviese: il concerto di Natale, che si terrà sabato 9 dicembre alle ore 21 presso la palestra della scuola primaria “Mascioni” di Cuvio.

Ad intervallare i vari pezzi musicali, ci saranno la premiazione dei giovani studenti cuviesi vincitori delle Borse di Studio indette dal Comune e la presentazione del “Taccuin de Cuvi” con il titolo Vinticingh ann de calendari - Vinticingh ann de noster ropp.

Commento e recensione al calendario dell’Arch. Gianni Pozzi, presidente del Centro Studi e Documentazione per la Valcuvia e l’Alto Varesotto “Giancarlo Peregalli”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore