/ Varese

Varese | 07 luglio 2023, 15:11

Inaugurato CarrozzeHUB, il nuovo progetto di Gulliver

Un punto di riferimento sul territorio per arte e cultura

Inaugurato CarrozzeHUB, il nuovo progetto di Gulliver

Inaugurato ieri mattina “CarrozzeHUB – Liberi di creare”, il nuovo progetto del Centro Gulliver di Varese. Si tratta di un nuovo spazio aperto, alla cittadinanza, dedicato alla cultura, all’arte e alla musica. Un HUB, ovvero un luogo di interconnessione, dove approdare e (ri)partire – come ha ricordato Enzo Laforgia, assessore alla cultura del Comune di Varese.

UN PROGETTO IN CONTINUITÀ CON IL TEATRO SANTUCCIO…

“Il progetto – racconta Emilio Curtò, presidente del Centro Gulliver – si collega idealmente alla gestione del Teatro Santuccio (che abbiamo tenuto fino al 2019) in linea con quello che è l’impegno primario di Gulliver: promuovere il benessere psicologico dei nostri giovani, attraverso l’arte e la musica.”

…CON UN GRANDE IMPATTO SOCIALE

“Immaginiamo questa ala del Gulliver come una zona di confine che raccoglierà tutto quello che succede all’esterno e all’interno – ha sottolineato Fausto Caravati, direttore artistico di CarrozzeHUB. Le porte della sala comunicano da un lato direttamente con la comunità dove vivono i nostri ospiti e dall’altro con la comunità varesina. Una zona di confine dove si cresce attraverso l’arte e la cultura”.

Un luogo, dunque, in cui la cultura sarà sempre di casa. Arte e cultura non come realtà accessorie, ma – nell’intento dei promotori del progetto – necessarie alla vita. Concetto rimarcato anche da Giuseppe Carcano, dirigente dell’ufficio scolastico provinciale, che ha citato Giovanni Testori: “La cultura è la forma di tutte le ore”, leva in grado di consolidare le relazioni sociali con un potenziale pedagogico altissimo.

“Qualcuno degli ospiti di Gulliver – continua Caravati – non ha mai incontrato questa bellezza e per la prima volta potrà farne esperienza in questo luogo”.

Al Gulliver credono molto nel potere della bellezza di “dostoiévskiana” memoria, in grado di “salvare il mondo”, curando vite e relazioni.

UN PROGETTO SOSTENIBILE

Il progetto è stato reso possibile grazie alla generosità di Lorenzo Salieri, imprenditore milanese, che da qualche tempo ha deciso di percorrere un cammino accanto al Gulliver, sostenendo alcuni grandi progetti.

“CarrozzeHUB è partito grazie ad una donazione e al sostegno unanime del Consiglio di Amministrazione - evidenzia Curtò -. Un progetto in cui crediamo molto che però, nelle nostre intenzioni nel tempo deve viaggiare “con le proprie gambe”. Per questo sarà necessario pensare a strumenti di autofinanziamento: bandi, fidelity card, sponsor, affitti dello spazio a scuole, aziende, associazioni di categorie, enti del terzo settore… queste solo alcune delle prime idee.
Abbiamo palco, impianto video, audio e luci, tutto quello che serve per fare cultura e dare opportunità alle associazioni per fare spettacoli, ma anche prove”.

Carrozze HUB entrerà a pieno regime dal prossimo mese di settembre con incontri di formazione, convegni, workshop, seminari, presentazioni di libri, corsi di teatro, pittura e musica, concerti, spettacoli musicali, mostre, oltre a eventi interni dedicati agli ospiti delle nostre comunità.

LA PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’

Dopo la data che ha presentato ufficialmente il progetto al territorio, si apre la programmazione con i primi eventi. Questa sera 7 luglio, alle ore 21.00 il concerto inaugurale con Gigi Cifarelli, evento che è già sold out. A breve uscirà il calendario con i prossimi eventi.

È possibile seguire CarrozzeHUB attraverso i canali social dedicati (facebook e instagram) e la pagina che verrà resa disponibile sul sito di Gulliver nei prossimi giorni.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore