/ Politica

Politica | 08 marzo 2023, 19:52

Mimose e cartelli strappati per dare voce alle donne iraniane

Concluso presidio dimostrativo della Lega giovani promosso dall'eurodeputata Tovaglieri vicino al consolato dell'Iran a Milano

Mimose e cartelli strappati per dare voce alle donne iraniane

Si è svolto questo pomeriggio, nei pressi del consolato dell’Iran a Milano, il presidio dimostrativo della Lega Giovani in difesa delle donne iraniane e contro la brutale repressione del regime di Teheran, promosso dall’eurodeputata lombarda Isabella Tovaglieri, componente della Commissione FEMM-Diritti delle donne del Parlamento europeo.

I giovani attivisti della Lega si sono presentati con cartelli che riportavano alcune delle violenze e delle uccisioni commesse dalle forze di polizia iraniane, dalla morte di Mahsa Amini all’avvelenamento di centinaia di bambine nella città santa di Qom. Dopo aver letto ad alta voce le notizie relative a questi fatti, hanno strappato i cartelli in segno di condanna. Al termine del presidio, l’europarlamentare Tovaglieri, portavoce del movimento giovanile della Lega in Europa, ha deposto davanti al consolato iraniano alcuni mazzi di mimose, dedicati simbolicamente a tutte le donne dell’Iran che lottano, con coraggio e a rischio della vita, per i propri diritti.

«Nel silenzio assordante dell’Europa e della comunità internazionale, come giovani impegnati nella politica e nelle istituzioni sentiamo il dovere di tenere accesi i riflettori sui crimini commessi dal regime fondamentalista contro le bambine, le ragazze e le donne iraniane che, in questo giorno emblematico per i diritti femminili, non possono festeggiare alcuna conquista ma solo piangere altre donne uccise, incarcerate o violentate perché non portavano correttamente il velo, perché hanno manifestato in piazza o semplicemente perché volevano andare a scuola – ha dichiarato Isabella Tovaglieri -. Con questa battaglia per le donne iraniane vogliamo presidiare anche le nostre libertà e i nostri valori occidentali, messi a rischio da culture arcaiche e tribali, che si stanno radicando nel nostro Paese dopo anni di immigrazione incontrollata, come ha dimostrato il caso di Saman Abbas».

C. S.


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore