/ Territorio

Territorio | 26 gennaio 2023, 15:08

Le sagome di bambini sulla statale 394 contro l'abbandono dei rifiuti

Il Comune di Brenta ha fatto installare all'altezza della rotatoria, due figure che tengono in mano un cartello per sensibilizzare coloro che passano a non gettare spazzatura nell'ambiente: "Il mondo è anche mio rispettalo"

Una delle sagome "anti incivili" posizionato sulla rotonda della 394 a Brenta

Una delle sagome "anti incivili" posizionato sulla rotonda della 394 a Brenta

La battaglia contro la piaga del fenomeno dell'abbandono dei rifiuti che purtroppo non risparmia il nostro territorio passa non solo dalle sanzioni o dal grande lavoro di pulizia degli operatori e dei volontari, ma anche dalla sensibilizzazione dei cittadini.

E proprio lungo questa direttrice si muove l'iniziativa del Comune di Brenta guidato dal sindaco Gianpietro Ballardin che anche come assessore all'Ecologia in Comunità Montana è particolarmente sensibile su questo argomento.

Lungo la statale 394 sul territorio comunale di Brenta, nei pressi della rotonda, sono state installate le sagome di due bambini, un maschio e una femmina, che tengono in mano due cartelli, il cui contenuto è rivolto agli automobilisti e ai tanti utenti che percorrono la trafficata arteria, invitati a non abbandonare i rifiuti.

La statale 394 come anche altre strade particolarmente trafficate abbonda, soprattutto in alcuni tratti, di spazzatura lasciata ai bordi delle strade, a volte lanciata direttamente dai finestrini. 

"Non abbandonare i tuoi rifiuti" si legge sul primo cartello, "Il mondo è anche mio, rispettalo" si legge sul secondo. Due messaggi chiari che si spera possano toccare il cuore e la coscienza degli incivili. 

M. Fon.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore