/ Territorio

Territorio | 30 settembre 2022, 22:35

A Olgiate una variazione di bilancio da mezzo milione per pagare le bollette

Il consiglio comunale ha approvato una variazione di circa 540 mila euro per far fronte agli aumenti del prezzo del gas. «Abbiamo prestato la massima attenzione a non fare tagli che potessero comportare una diminuzione dei servizi per i cittadini» ha spiegato l’assessore al bilancio Palermo

A Olgiate una variazione di bilancio da mezzo milione per pagare le bollette

Protagonista dell’ultima seduta del consiglio comunale di Olgiate Olona, che si è svolto nella serata di venerdì 30 settembre, è sicuramente l’aumento dei costi legati al riscaldamento degli edifici pubblici, che ha portato l’assemblea ad approvare una variazione di più di mezzo milione di euro.

A spiegare la situazione è l’assessore al bilancio Rossano Palermo: «Dati gli aumenti che tutti ben conosciamo – ha sottolineato – è necessaria una variazione di circa 540 mila euro, che serviranno nella quasi totalità per affrontare i costi legati all’aumento delle bollette del gas delle scuole, del nido, del comune e degli altri edifici pubblici.

Si tratterà certamente di cifre che influiranno pesantemente sul bilancio e per calcolarle abbiamo effettuato delle previsioni che tenessero conto di ogni possibile accorgimento per limitare al massimo i consumi».

Trovare le risorse per far fronte a questa ennesima emergenza non è stato semplice; l’amministrazione ha potuto contare su 115 mila euro derivanti dal recupero di tributi non pagati gli scorsi anni, a cui si sono aggiunti 80 mila euro provenienti dallo stato, 150 mila dal PNRR e 20 mila euro dall’avanzo.

«Quanto manca – ha proseguito Rossano Palermo – è stato reperito da altri capitoli di bilancio e dall’avanzo, ma abbiamo prestato la massima attenzione a non fare tagli che potessero comportare una diminuzione dei servizi per i cittadini.

Se, contro ogni previsione, nei prossimi mesi la situazione rientrasse e questa somma si rivelasse eccessiva, porteremo con gioia in consiglio una nuova variazione per destinarla altrove».

Quello dei cosi legati alla bolletta del gas e del riscaldamento, però, non è un problema che ha colpito solo il comune olgiatese; anche molte altre realtà, come le scuole materne, hanno dovuto confrontarsi con gli aumenti che stanno pesando sui bilanci di tutte le famiglie.

«Abbiamo già avuto un confronto sia con il mondo della scuola che con quello della parrocchia – ha spiegato il sindaco Gianni Montano – e tutti abbiamo convenuto che sia necessario sensibilizzare il paese per far comprendere come, per continuare ad erogare i servizi necessari alle famiglie sia importante che tutti facciano dei piccoli sacrifici.

Le scuole materne, ad esempio, fanno capo alla parrocchia, e anche in questo caso le spese relative al riscaldamento si riveleranno importanti; se non si fa fronte comune anche con i cittadini, il rischio è di non riuscire più a erogare questi servizi, con le gravissime conseguenze che tutti ben conosciamo».

Per fare in modo di contenere i costi il più possibile, poi, il comune olgiatese sta mettendo in atto tutta una serie di accorgimenti per eliminare ogni forma di spreco e ottimizzare gli impianti esistenti; tutto questo, infatti, permetterà di non andare a incidere più di quanto è strettamente necessario sulle bollette.

«È in atto un piano che declina in maniera chiara ed efficace gli obiettivi strategici per risparmiare e tagliare i costi – ha concluso il primo cittadino – quasi tutti gli impianti degli edifici comunali sono aggiornati e abbiamo intenzione di intervenire sui pochi rimasti prima che inizi il freddo.

Non si tratta di moltissimi interventi, anzi, ma anche questi ci permetteranno di diminuire le spese relative al gas e di non dover spostare ulteriori risorse dalle altre voci di bilancio».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore