/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 05 agosto 2022, 12:21

Cai bustocco all'avventura: parte l’Eco Trekking per i 100 anni del Club

Sono partiti questa mattina dodici membri del Cai cittadino per una settimana alla scoperta delle Alpi Lepontine. Il capogruppo, Stefano Ferrario, spiega il percorso che farà tappa anche ai rifugi della Città di Busto Arsizio

Il Gruppo CAI, pronto a partire dalla Stazione Centrale di Busto Arsizio

Il Gruppo CAI, pronto a partire dalla Stazione Centrale di Busto Arsizio

Il ritrovo, questa mattina, in stazione centrale a Busto Arsizio, con direzione Domodossola. Lì, ad aspettare 12 membri del Cai cittadino un pullman che li porterà fino al Passo del Sempione; da qui, la partenza dell’Eco Trekking organizzato per i 100 anni del Club Alpino di Busto Arsizio.

Il capogruppo del trekking, nonché consigliere del CAI di Busto Arsizio, Stefano Ferrario, spiega: «Partiamo per questo Eco Trekking delle Alpi Lepontine, durerà fino a giovedì 11 agosto. Passeremo dal Rifugio Maria Luisa, per poi scendere a Riale e tornare a Domodossola». Con l'auspicio: «Speriamo che il tempo sia clemente e che vada tutto bene».

Quindi, domani mattina il gruppo partirà dal Passo del Sempione, salendo verso la Bocchetta d’Aurona per poi scendere verso l’Alpe Veglia dove si trova il rifugio della città di Arona. Il giorno successivo la ripartenza, seguendo il sentiero Italia – GTA, passando per il passo di Valtrenda, tratto della Valle del Bondolero, la Scatta d’Orogna e scendendo quindi verso l’Alpe Buscagna, ammirando sulla sinistra la vetta del Cervandone per arrivare all’Alpe Devero. La mattina dopo, partenza dall’Alpe, si segue il sentiero per l’Alpe Sangiatto, si prosegue per il Sentiero del Grande Est per raggiungere l’Alpe Forno. Si sale quindi allo Scatto Minoia, Bivacco Ettore Conti (m 2.599). Da lì si scende verso il lago Vannino.

Dal lago Vannino le tappe per i rifugi della città di Busto Arsizio, il primo seguendo il nuovo sentiero CAI G37, passando per le Bianche Guglie di Lebendun. Il sesto giorno si partirà verso il rifugio Maria Luisa, percorrendo il sentiero Castiglioni, che nel 2013 è stato sistemato proprio dal Cai cittadino, verso la Svizzera che si raggiungerà tramite la Capanna Corno di Gries e rientrando in Italia tramite il passo San Giacomo. Da qui il ritorno alla città di Busto sempre con pullman e treno.

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore