/ Varese

Varese | 07 dicembre 2021, 12:54

Da Betlemme arriva La Luce della Pace per illuminare il Natale di Valle Olona

Sabato 18 dicembre la Luce arriverà a Varese come segno di pace e di speranza per la nostra città. Domenica 19 inaugurazione del Grande Presepe vivente, uno dei più grandi di tutta la Lombardia

Da Betlemme arriva La Luce della Pace per illuminare il Natale di Valle Olona

La Comunità Pastorale Beato Samuele Marzorati, formata dalle Parrocchie S.Giorgio martire in Biumo Superiore, Ss.Pietro e Paolo in Biumo Inferiore, S.Agostino in Valle Olona e Ss.Fermo e Rustico in San Fermo, da 5 anni, in occasione dell'Avvento e del Natale, organizza una serie di iniziative allo scopo di offrire occasioni di condivisione per una maggiore consapevolezza del Natale a chi vive sul nostro territorio.

Dopo il successo dello scorso anno in questa edizione il programma si fa ancora più ricco e vario. «Desideriamo proporre occasioni di incontro e di riflessione capaci di raccogliere e provocare tanta gente attraverso il recupero delle tradizioni, di simboli importanti e la valorizzazione del patrimonio culturale del nostro territorio - spiega don Stefano Cucchetti - La collaborazione con diverse associazioni, il partenariato del Comune e la collaborazione di quasi un centinaio di volontari ci permettono di offrire delle proposte importanti. Il titolo STORIA DI LUCE vuole valorizzare il ruolo dei nostri ragazzi, delle nostre famiglie, di tutti coloro che nella nostra città attraverso il loro quotidiano impegno, il loro lavoro, la loro generosità portano ogni giorno luce nei luoghi d’ombra della nostra vita scrivendo con coraggio e creatività nuove storie di vita e di relazione. Sotto questo titolo raccogliamo due grandi momenti e diversi eventi: la Luce della Pace dal Betlemme e il Grande Presepe».

CHE COSA È LA “LUCE DELLA PACE DA BETLEMME”?
Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra. A Dicembre ogni anno da quella fiamma ne vengono accese altre e vengono diffuse su tutto il pianeta come simbolo di pace e fratellanza fra i popoli.

La Luce della Pace non ha solo un significato religioso, ma traduce in sé molti valori civili, etici, morali accettati anche da chi non pensa di condividere una fede. Perciò accogliamo coloro che vorranno partecipare alla distribuzione anche se non cristiani, purché condividano i valori di Pace e Fratellanza che la Luce della Pace porta con sé.
Grazie alla collaborazione con le diverse associazioni scout (AGESCI e FSE) e i vari gruppi del nostro territorio, sabato 18 dicembre la Luce arriverà a Varese come segno di pace e di speranza per la nostra città. La Lanterna con la fiamma arriverà in treno, verso le 17.30. Sarà custodita nelle nostre chiese e la domenica 19 verrà portata ad inaugurare il Grande Presepe.

CHE COSA È IL “GRANDE PRESEPE”?
«Da anni attorno alla “Luce della Pace” abbiamo coinvolto i nostri ragazzi e le famiglie in un presepe vivente. Quest’anno vogliamo creare un evento unico: realizzare uno dei più grandi presepi di tutta la Lombardia. Il grande presepe si svolgerà attorno alla piazza don Gabbani nel quartiere di Valle Olona». Camminando per le vie del rione a partire dal cortile della Palestra Falaschi da domenica 19 dicembre al giorno dell’epifania (6 gennaio 2022) ci si potrà immergere in sei scene che ripercorrano la vicenda umana e spirituale di San Giuseppe, figura e esempio di ogni paternità. Sessanta statue a grandezza naturale animeranno quei luoghi insieme alle voci dei bambini che accompagneranno ogni visitatore in un’esperienza unica.

Tante occasioni renderanno vivo il “Grande Presepe” a partire dall’inaugurazione che si terrà domenica 19 dicembre alle ore 15 in cui i bambini guideranno famiglie e amici nel percorso disegnato tra le vie e le scene. In mezzo a questa ricchezza e a tanta bellezza vogliamo costruire un evento unico. Tra le tante “chicche” che renderanno ancora più speciale questo “grande presepe” ne segnaliamo alcune:

  • Le sei scene della storia di San Giuseppe saranno riprese da altrettanti affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni: grazie a grandi scenografie realizzate da alcuni giovani e alle statue sarà come essere immersi nelle rappresentazioni giottesche.

  • Lungo le vie del Presepe, nel giorno dell’inaugurazione (domenica 19 dicembre) grazie alla collaborazione dei gruppi missionari e caritativi della nostra comunità e alla collaborazione con l’associazione della Scuola Primaria “4 novembre” saranno presenti dei mercatini di artigianato della solidarietà.

  • I bambini dei nostri oratori hanno scelto di condividere la gioia del Natale con le tante persone meno fortunate della nostra comunità: per questo nel giorno dell’inaugurazione sarà presente un GRANDE ALBERO DELLA CARITÀ. Ai piedi di quell’albero i ragazzi accoglieranno le SCATOLE DI NATALE che chiunque potrà portare e che saranno distribuite alle tante famiglie bisognose della comunità.

CHE COSA È “PRESEPI IN MOSTRA”?
«Il presepe è un segno di tutti e tante famiglie, grandi e piccoli nei nostri territori si dilettano nella realizzazione di queste piccole e differenti opere d’arte. Per valorizzare una simile ricchezza e per custodire il senso più semplice e vero di questa tradizione, da 4 anni la nostra comunità organizza una mostra-concorso». Quest’anno i PRESEPI IN MOSTRA avrà tre forme che saranno tutte visitabili nei giorni e nelle ore del GRANDE PRESEPE.

  • MOSTRA DI PRESEPI ARTIGIANALI: nel salone parrocchiale a fianco della chiesa di Valle Olona saranno esposti presepi realizzati da ragazzi e famiglie;

  • MOSTRA FOTOGRAFICA PRESEPI NELLE CASE: si potrà partecipare alla mostra-concorso anche con i presepi realizzati nelle proprie case. Basterà infatti inviare tre foto del proprio presepe. Queste immagini saranno stampate su appositi pannelli e realizzeranno un percorso che valorizzerà la rinnovata salita che unisce Valle Olona (via Aquileia) al santuario dei santi Fermo e Rustico nel rione Penasca;

  • MOSTRA-MERCATO DI PRESEPI ARTISTICI: i nostri quartieri custodiscono anche veri e propri artisti del presepe. Tra questi il sig.r Antonio Calabresi, da anni appassionato culture della presepistica. A lui sarà dedicata una speciale mostra allestita nel santuario dei ss.Fermo e Rustico (belvedere De Bortoli).

Una giuria popolare e una giuria di esperti valuteranno i vari presepi per una premiazione che avverrà nella tradizionale festa dell’Epifania organizzata dai nostri giovani.



CONTATTI E INFORMAZIONI

Tutte le informazioni sull’evento si potranno trovare sulla pagina FB degli Oratori Bt Samuele.

Inviteremo i visitatori del Grande presepe a condividere pensieri e foto attraverso Instagram sul canale degli Oratori Beato Samuele Marzorati.

Per ulteriori informazioni, per visite, per eventuali punti stampa o ulteriori colloqui e interviste è possibile contattarci attraverso la mail icbeatosamuele@gmail.com

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore