/ 

In Breve

| 30 novembre 2021, 11:54

Troppo freddo nelle aule e gli studenti del Nuccia Casula si rifiutano di entrare

Sono rimasti nel cortile della scuola i ragazzi dell’istituto di via Bertolone per protestare contro i ripetuti mal funzionamenti dell’impianto di riscaldamento. La preside: «Ho chiesto un incontro in Provincia perché i ragazzi possano portare avanti le loro istanze»

Troppo freddo nelle aule e gli studenti del Nuccia Casula si rifiutano di entrare

Dall’inizio dell’anno scolastico il riscaldamento dell’istituto Nuccia Casula non funziona. I caloriferi si intiepidiscono e le aule non riescono mai a raggiungere una temperatura adeguata. «Adesso che fa più freddo è impossibile restare seduti in classe. Facciamo lezione vestiti e si sta quasi meglio fuori al sole che dentro – spiegano - Stamattina c’era un grado nelle aule e abbiamo deciso di non entrare e protestare».

Il problema all’impianto è stato confermato anche dalla dirigente scolastica, la professoressa Nicoletta Pizzato. «I caloriferi non funzionano bene e le aule non riescono a riscaldarsi – spiega – Ho già avvisato la Provincia, che è l’ente competente e che controlla l’impianto di riscaldamento. Ho anche chiesto un incontro in modo che possano essere i ragazzi a portare avanti le loro istanze. Comprendo le loro ragioni, ma è una questione che non gestisco io direttamente. Ho comunque dato mandato di iniziare un monitoraggio della temperatura».

La protesta è durata qualche ora e poi alcuni studenti sono rientrati nelle aule per fare lezione, altri hanno preferito riscaldarsi al sole nel cortile della scuola

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore