/ Politica

Politica | 27 ottobre 2021, 12:48

Lega, si dimette il commissario cittadino: «Un atto dovuto»

Cristiano Angioy Viglio lascia l'incarico: al suo posto una figura pro tempore che traghetterà la sezione fino al congresso che Salvini ha annunciato entro dicembre

Lega, si dimette il commissario cittadino: «Un atto dovuto»

«E' stata una bellissima esperienza, abbiamo dato tutti il massimo, ma a fronte del risultato elettorale il mio è un atto dovuto». Cristiano Angioy Viglio annuncia con queste parole la decisione di dimettersi da commissario cittadino della Lega. 

Sarà ora il commissario provinciale, Stefano Gualandris, a nominare il suo successore. Una figura pro tempore, forse esterna, che dovrà guidare la sezione fino al congresso della Lega, che Salvini ha annunciato entro la fine dell'anno. 

«Nella serata di ieri, martedi 26 ottobre, ho ufficializzato le mie dimissioni - precedentemente formalizzate martedi 19 ottobre al commissario provinciale Stefano Gualandris - durante la prima riunione a seguito del risultato elettorale nella storica sezione di Varese, davanti ai miei militanti  - continua Viglio - Ce l'ho e ce l'abbiamo messa davvero tutta, in questi mesi non mi sono risparmiato, sacrificando senza indugio lavoro, famiglia e tempo libero ma le dimissioni sono un atto dovuto per il rispetto del ruolo che ho sempre preso con estrema serietà e che ho cercato di ricoprire al meglio delle mie capacità».

«Matteo Bianchi è stato un candidato sindaco eccellente e in questa campagna ha dimostrato tutto il suo valore, spendendosi con passione e senza sosta, aggregando con credibilità tutte le forze del centrodestra con le quali abbiamo condiviso con entusiasmo questa avventura - aggiunge - Nonostante la conclusione diversa da quella per cui tutti abbiamo lottato, in questi giorni ho ricevuto diversi messaggi di stima e di affetto e questo mi ha fatto enormemente piacere. E' stata un'esperienza bellissima, indipendentemente dal risultato, sicuramente non priva di momenti difficili e di sfide che sicuramente mi hanno fatto crescere sia politicamente sia a livello umano e personale. Voglio ringraziare tutti i militanti per l'impegno che hanno profuso non solo in questa campagna ma in quest'ultimo anno e mezzo, la grandezza della Lega sono loro e qualsiasi apporto, anche il più piccolo, è stato importante».

«Ci tengo a ringraziare anche Stefano Gualandris e Fabrizio Cecchetti per il supporto che hanno dato alla sezione di Varese, dove nelle ultime settimane di campagna elettorale sono corsi in aiuto da tutta la Regione gruppi di parlamentari e consiglieri agguerriti, che ho visto battersi con entusiasmo, volantinando senza sosta nei rioni: tutto questo rende la Lega differente. Infine - conclude Viglio - non posso non ringraziare Giancarlo Giorgetti e Attilio Fontana per il supporto ed i preziosi consigli e Matteo Salvini per essersi speso come non mai, in una campagna resa ancora più difficile dal poco tempo disponibile. Questa è la Lega che mi rende orgoglioso, abbiamo perso una battaglia ma i nostri ideali e i nostri valori sono intatti».

Valentina Fumagalli


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore