/ Varese

Varese | 23 ottobre 2021, 11:06

Grande festa in piazza Podestà per l’inaugurazione della sede Anc

Sabato 30 ottobre, dalle 10, l’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo organizza una giornata di eventi: auto e moto dell’Arma in esposizione e madrina sarà Margherita Caruso, vedova del brigadiere Giuseppe Coletta caduto a Nassiria il 12 novembre 2003

Grande festa in piazza Podestà per l’inaugurazione della sede Anc

Ci saranno le massime autorità civili, militari e religiose alla festa di inaugurazione della nuova sede dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo di via Romagnosi. «Dopo i lavori e il Covid, finalmente riusciremo ad inaugurare il nostro presidio - spiega Roberto Leonardi, presidente Anc Varese – Abbiamo pensato ad una giornata di festa importante per l’Arma, che sarà celebrata grazie alla presenza di autorità e istituzioni: ci sarà il prefetto di Varese Dario Caputo, l’ispettore regionale generale Nazzareno Giovannelli, il comandante provinciale colonnello Gianluca Piasentin, il governatore Attilio Fontana, tutte le associazioni d’arma della provincia e tutte le Anc».

Suonerà poi la Fanfara del terzo reggimento Lombardia Milano guidata dal maresciallo capo Andrea Bagnolo, si potranno ammirare le divise storiche, il carosello di Somma Lombardo e le auto storiche saranno esposte in piazza; il comando provinciale metterà a disposizione l’Alfa Giulia, il massimo dello sviluppo tecnologico, e due moto dell’Arma arriveranno per l'occasione dalla compagnia di Busto Arsizio.

Durante l’inaugurazione saranno anche premiati dal prefetto i volontari che hanno operato durante la pandemia, che riceveranno una pergamena e una medaglia. Madrina dell’iniziativa sarà Margherita Caruso, vedova del brigadiere Guseppe Coletta, caduto a Nassiria il 12 novembre 2003.

Da novembre, inoltre, i volontari Anc seguiranno dei corsi di formazione tenuti da Stefano Petrucci coadiuvato da Gianluca Costantini. «Siamo un ottimo punto di riferimento per il territorio e quindi è giusto avviare un percorso di crescita personale – piega Petrucci – La volontà è di aumentare la nostra vicinanza alle persone e migliorare ancora di più il servizio. I volontari seguiranno corsi di difesa personale, primo soccorso, regolamenti e concluderanno il percorso con un corso per utilizzare il defibrillatore, che vorremmo donare alla città e che installeremo fuori dalla sede di via Romagnosi».

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore