/ Politica

Politica | 15 ottobre 2021, 17:17

«Cari varesini, andate alle urne per vivere appieno la vostra libertà. Siete tutti determinanti»

Uno degli ultimi appelli del candidato sindaco del centrodestra Matteo Bianchi va dritto agli astenuti: «Basta attaccarli: se si sono disaffezionati la colpa è della politica e anche l’amministrazione uscente dovrebbe fare autocritica. A loro io invece dico: andate a votare per non fare il gioco dei pochi, in quella cabina potete far capire che esistete»

«Cari varesini, andate alle urne per vivere appieno la vostra libertà. Siete tutti determinanti»

Fiducia e responsabilità, come due valori, due progetti, due impegni a poche ore dal voto.

Due, soprattutto, messaggi con cui il candidato del centrodestra Matteo Bianchi vuole raggiungere chi in queste settimane è stato sulla bocca di tutti i politici, locali e nazionali: gli astenuti. 

Bianchi li approccia in maniera diversa da tutti altri. Non cerca semplicemente di andare a strappare il loro consenso, cerca di parlare loro e capirli: «Chi non è andato a votare al primo turno è stato continuamente attaccato: dare sempre la colpa a qualcuno è il gioco prediletto di molti, d’altronde. Beh, non serve a nulla e non li porterà a votare. Bisogna invece comprendere che dietro ogni voto non espresso esiste una persona, un giovane, un anziano, un lavoratore, uno studente che semplicemente ha smesso di credere nella politica. Bisogna capirne le motivazioni, bisogna cercare di comprendere perché tutti loro hanno deciso di rinunciare a un diritto e a determinare una scelta importante E anche l'amministrazione attuale dovrebbe fare “mea culpa”, perché quel 50% è sicuramente determinato anche dalla sua visione pressappochista».

Bianchi continua: «A queste persone si deve invece parlare a cuore aperto: meno si vota e più il potere rimane in mano a quei pochi che hanno causato tale disaffezione, a quella lobby che - come fosse un disegno strategico - allontana la gente della politica per poter fare i propri interessi. Se al ballottaggio andasse ancora una volta il 50% degli aventi diritto, il sindaco eletto - chiunque egli sia - sarebbe il sindaco del 25% dei varesini: non può essere una cosa corretta, da qualsiasi parte la si veda. Chi non vota fa il gioco dei pochi».

E allora «ricordatevi sempre che forse l'unico momento di totale libertà lo si può vivere nella cabina elettorale: in mezzo alle tendine ci siete solo voi, la matita e quel pezzo di carta che è la linea di separazione tra democrazia e non democrazia. In quella cabina l'ideale, il pensiero, il passato, il futuro si fanno mina, che deflagra nella matita per far capire alle persone che governano e che hanno governato che tu non solo esisti, ma sei determinante. Sempre. Solo andando al voto il sindaco diventa l’alleato dei cittadini».

Informazione politico elettorale


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore