Elezioni comune di Varese

 / Territorio

Territorio | 30 agosto 2021, 09:04

Il Comune di Gavirate pronto ad ospitare alcuni profughi in fuga dall'Afghanistan

L'amministrazione guidata dal sindaco Silvana Alberio ha deciso di aderire alla richiesta del Prefetto di Varese: «Ci piacerebbe accogliere delle ragazze da coinvolgere in un progetto di integrazione sul modello di quello per i migranti che ha dato ottimi risultati»

Silvana Alberio

Silvana Alberio

Il Comune di Gavirate è pronto a ospitare sul territorio comunale alcuni profughi afgani in fuga dall'inferno della guerra civile e dal ritorno dei talebani al governo del Paese.

Proprio questa mattina, 30 agosto, il sindaco Silvana Alberio invierà una lettera al Prefetto di Varese, il quale aveva chiesto ai Comuni della provincia un aiuto nell'accoglienza degli afgani in arrivo in Italia, proprio com'era avvenuto negli anni scorsi con i migranti richiedenti asilo.

Proprio a quell'esperienza, si rifà la prima cittadina nell'aderire alla richiesta avanzata dal Prefetto. «L'amministrazione comunale di Gavirate ha deciso di aderire a questa richiesta - spiega la Alberio - siamo pronti a mettere a disposizione lo stesso appartamento in luogo protetto utilizzato per i migranti. Questa volta ci piacerebbe ospitate tre o quattro ragazze afgane, da coinvolgere in un progetto di integrazione con l'ausilio dei Servizi Sociali e delle associazioni del paese che vorranno aderire, a partire dalla Croce Rossa».

L'esperienza degli anni scorsi con i migranti richiedenti asilo è stata più che positiva. «Sicuramente una bella esperienza che ha portato a un ottimo risultato nell'integrazione degli otto ragazzi che abbiamo ospitato allora - conclude il sindaco - la nostra amministrazione ha sempre guardato ai problemi sociali e a quelli delle donne, per questo ci piacerebbe ospitare questa volta delle ragazze afgane». 

 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore