/ Territorio

Territorio | 30 agosto 2021, 10:03

Coronavirus, il Canton Ticino pronto a vaccinare i frontalieri

Il Consiglio federale è orientato verso l'ok alla possibilità di fornire gratuitamente il siero ai lavoratori dall'estero, anche se nelle province italiane di confine le percentuali di adesione alla campagna sono ottime

Coronavirus, il Canton Ticino pronto a vaccinare i frontalieri

Il Consiglio federale svizzero, dopo apposita consultazione con i cantoni, ha aperto alla possibilità di fornire gratuitamente il vaccino anti covid ai lavoratori frontalieri.

Il confronto sulla sostenibilità economica della operazione ha dunque prodotto riscontri positivi circa un contesto che, per il solo Canton Ticino, coinvolge oltre 70 mila lavoratori.

Se ne riparlerà, è la posizione di Berna, partendo però da due aspetti che non devono passare in secondo piano. Il primo riguarda le ampie opportunità di vaccinazione offerte sui territori delle province italiane che confinano con il Ticino, Varesotto compreso.

In queste aree la popolazione vaccinabile ha aderito alla campagna anti covid in circa l’80% dei casi (in Ticino la percentuale è del 65% e più in generale la media svizzera è attualmente al di sotto di quella europea); un fattore che mette in evidenza l’efficienza della macchina organizzativa, escludendo criticità legate all’impossibilità di accedere alla cura, e dunque l’esigenza di individuare strade alternative, per esempio rivolgendosi al proprio datore di lavoro oltre confine.

Il secondo ha a che fare invece con la libertà individuale e il trattamento dei dati personali, sempre centrali in questo ambito. Le aziende – che in Ticino sono più di 34 mila e danno lavoro a più di 180 mila persone – non possono imporre la vaccinazione ai propri dipendenti e possono informarsi circa l’avvenuta immunizzazione in rapporto a casi specifici: lo svolgimento di mansioni a contatto con il pubblico o in contesti che prevedono l’obbligatorietà del green pass. Nell’insieme, dunque, la questione delle vaccinazioni dei lavoratori dipendenti – in questo caso provenienti dall’estero – resta un fatto ancora strettamente connesso alle volontà del singolo.

da LuinoNotizie.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore