/ Cronaca

Cronaca | 13 maggio 2021, 10:52

Coralli, borsa in alligatore del Mississipi e pelliccia di giaguaro. A Malpensa scatta il sequestro

I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e le Fiamme Gialle hanno intercettato tre spedizioni che violavano le norme sulle specie animali protette

Coralli, borsa in alligatore del Mississipi e pelliccia di giaguaro. A Malpensa scatta il sequestro

I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e le Fiamme Gialle di Malpensa, durante i controlli volti a contrastare i traffici illeciti di specie protette dalla Convenzione di Washington, che regolamenta il commercio internazionale per qualsiasi scopo di talune specie animali e vegetali, hanno individuato tre spedizioni illecite.  

In particolare, è stato individuato, a seguito di selezione del circuito doganale di controllo, un pacco in esportazione proveniente da Portici (in provincia di Napoli) e destinato in Cina contenente una pelliccia di giaguaro, irregolarmente esportato, che ha portato al sequestro della pelliccia e alla denuncia del responsabile alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio.  

Ulteriori due spedizioni in importazione sono state sequestrate in quanto contenevano un Blue Coral (tipo di corallo che prende il nome dal colore blu del suo scheletro) proveniente dagli Stati Uniti d’America e destinato a Bari ed una borsa in pelle di un tipo di alligatore - "l'alligator mississipensis" - proveniente dal Giappone ed indirizzata a Milano. In entrambi i casi si è provveduto ad effettuare il sequestro amministrativo e la segnalazione dei destinatari alle Autorità competenti.  

I risultati conseguiti si inseriscono nell’ambito della capillare azione di controllo esercitata dall’Agenzia delle Dogane e Monopoli e dalla Guardia di Finanza, che rientra nel quadro di un più ampio piano di intensificazione dei controlli in materia di CITES, finalizzato da un lato a tutelare i traffici commerciali legali in ingresso e in uscita dal territorio nazionale e dall’altro a prevenire queste forme di illegalità, soprattutto con l’imminente arrivo del periodo estivo, e a disincentivare il trasporto di specie prive di regolare documentazione da località esotiche al nostro territorio.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore