/ Varese

Varese | 14 aprile 2021, 09:59

Piazzale Kennedy, al via i lavori per il bus terminal, Gregori: «Errore togliere 400 posti auto»

Il fondatore de La Civica contesta la scelta di togliere il parcheggio dei pendolari per far posto a quello degli autobus: «Avrebbe potuto essere uno sfogo indispensabile per la sosta a due passi dal centro»

Piazzale Kennedy, al via i lavori per il bus terminal, Gregori: «Errore togliere 400 posti auto»

Con lo spostamento del mercato in piazza Repubblica, il cantiere del Progetto Stazioni può ora proseguire per trasformare piazzale Kennedy nel nuovo bus terminal. I lavori cominceranno a breve, ma per Mauro Gregori, ex consigliere comunale e ora fondatore della lista La Civica, è un grande errore togliere un parcheggio, quello nel piazzale, tanto strategico per pendolari e cittadini

«La giunta Galimberti  “caparbiamente” prosegue col piano stazioni da 18 milioni di euro - spiega Gregori - E se alcune migliorie sono accettabili e giuste (vedi la sistemazione dei piazzali davanti alle stazioni e la pedonalizzazione di piazza Biroldi  davanti all’ospedale del Ponte, dove da sempre regna il caos), altre scelte sono frutto di caparbieta’ e scarsa lungimiranza»

Sono circa 400 i posti auto che si perderanno per costruire un centro diurno e spostare al centro del piazzale il terminal autobus «che sarebbe potuto rimanere esattamente dove si trovava, a lisca di pesce (ovviamente con pensiline d’attesa dedicate e panchine). E poi la chiusura del sottopassaggio che porta alle poste ed in via Morosini: tutte scelte costose e per quel che mi riguarda, lo sostengo da anni, irresponsabili e senza prospettiva».

Gregori per piazzale Kennedy aveva altre prospettive: «Un'area illuminata e rimodernata, disponibile 24 ore su 24, videosorvegliato, con barriere elettroniche dotate di telepass, avrebbe potuto essere uno sfogo indispensabile per la sosta a due passi dal centro non esistera’ praticamente piu’ se non in minima parte. E proprio ora, che il mercato e’ stato trasferito»

 «Ricordo che lo stesso sindaco Galimberti, all’inizio del suo mandato, volantinava in centro, invitando i giovani a parcheggiare in piazzale Kennedy il sabato sera, gratuitamente. Una giravolta impensabile, che e’ stata tra le tante motivazioni che mi hanno spinto alle dimissioni da consigliere facente parte di una coalizione che aveva predicato bene ma, iniziava a razzolare male - conclude - Non si e’ voluto ascoltare la voce dei varesini, la giunta Galimberti se ne assume ora l’intera responsabilità’. Saranno gli elettori a giudicare nel prossimo mese di ottobre le luci e le molte ombre relative al loro operato ed incapacita’ d’ascolto».  

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore