/ Economia

Economia | 03 marzo 2021, 15:00

Indirizzo mio IP, la localizzazione perfetta

Ecco la localizzazione perfetta con un portale molto utile.

Indirizzo mio IP, la localizzazione perfetta

Quando sentiamo parlare di indirizzo IP il nostro pensiero non può che andare al mondo di internet, ormai sempre più nella nostra quotidianità soprattutto dopo che la pandemia del Coronavirus ci ha costretto a restare in casa bloccati per le varie regole anti-covid. In questa sezione andremo ad analizzare il significato e cosa serve un mio IP, essenziale per permettere una localizzazione perfetta e dettagliata sotto tutti gli aspetti.

Indirizzo mio IP: significato e funzionamento

Come prima cosa dobbiamo sapere che cos’è un indirizzo IP, strumento fondamentale per una navigazione sul web perfetta. Dall’inglese Internet Protocol Address, l'indirizzo IP è un numero che identifica in maniera ottimale un dispositivo che è collegato a una rete informatica, chiamato host. L’indirizzo IP è composto in ue parti differenti:

 

  • la prima parte identifica la rete
  • la seconda parte identifica l’host all’interno della rete

Esiste un sito che permette di visualizzare quale è il proprio IP, ma soprattutto rende facile la localizzazione tramite questo indirizzo, Basterà digitare il proprio indirizzo IPv4 (composto da nove cifre), il proprio indirizzo IPv6, il tipo di connessione di cui siete in possesso (tra le più utilizzate c’è la Wireless) e il proprio host name. Una volta inseriti questi dati, il portale sarà in grado di identificare la Nazione, il Continente, la Regione di appartenenza, la città, l’internet provider e l’ASN.

Ma come viene strutturato questo indirizzo IP? Sicuramente la prima cosa che possiamo dire e che questo metodo che identifica la rete è strutturato in due parti chiamate IPv4 e Ipv6. Gli indirizzi internet del primo caso sono costituiti da 32 bit  e quindi sono rappresentati da 32 cifre, una combinazione di quartine di numeri da 0 a 255.

La seconda parte della struttura di un indirizzo IP, è quella relativa al IPv6. Rispetto a quello che abbiamo descritto in precedenza, è meno usuale ma molto in crescita negli ultimi anni. Questo indirizzo internet sarà sicuramente più usato in futuro, e rispetto all’IPv4 è strutturato in 16 bit quindi composto da altrettante cifre. Ma la novità è che ci saranno dentro il codice anche le lettere dell’alfabeto in questo caso dalla a alla f.

Quali tipi di indirizzi IP esistono? Sicuramente a questa domanda dovremo rispondere che si distinguono indirizzi IP da dinamici e statici. Inoltre, c’è da sottolineare che esistono anche indirizzi IP utilizzati per scopi speciali e nella maggior parte dei casi sono riservati a reti private. I più utilizzati in genere sono gli indirizzi IP dinamici che serve per la normale navigazione sul web. Una cosa molto importante è da sottolineare: quando un cliente DSL si connette ad internet attraverso il proprio router il suo Internet Service Provider (ISP in sigla) assegnerà iun indirizzo IP casuale. L’assegnazione sarà poi cancellata al termine di ogni sessione e cambierà automaticamente a intervalli regolari di solito ogni 24 ore.

In conclusione possiamo sottolineare l’importanza dell’indirizzo IP che ci permetterà di avere a disposizione una connessione e navigazione regolare e sicura.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore