/ Territorio

Territorio | 24 febbraio 2021, 15:14

LA STORIA. La Cumpagnia dei Piott, i difensori e i cantori delle tradizioni e della lingua di Angera

Poesie e commedie in dialetto angerese ma anche tantissimi video e tecnologia per raccontare usanze e personaggi della città affacciata sul lago Maggiore: un'associazione piena di entusiasmo e voglia di fare che nemmeno il Covid è riuscito a fermare

La Cumpagnia dei Piott di Angera

La Cumpagnia dei Piott di Angera

I cantori della lingua angerese e i difensori delle tradizioni locali della città affacciata sul lago Maggiore; si possono definire così, in estrema sintesi, i componenti dell'associazione della Cumpagnia dei Piott di Angera, sodalizio nato all'inizio del 2019 durante una riunione voluta dal Comune per compilare un dizionario dialettale Angerese-Italiano. Piott è il nome con cui venivano soprannominati gli abitanti di Angera che erano soliti mangiare pesce di lago come appunto i piott, che in italiano sono le scardole. 

«Ci siamo chiesti perché non fare anche qualche recita in dialetto - spiega Remo Cardana, regista e traduttore - e così è nata la compagnia di lettori che prende il nome di Cumpagnia i Piott Angera - la prima uscita è stata marzo del 2019 con la recita di alcune poesie dialettali scritte da componenti della Cumpagnia e in parte reperite su libri o riviste dialettali e adattate alla lingua angerese. Fu un successo immediato, con la sala stracolma di spettatori». Dalla poesia alla prosa il passo è breve e la Cumpagnia completa una commedia dialettale intitolata "Che fadiga trua a murusa" e la porta in scena il 4 maggio con sala strapiena e quattro repliche. Sia nell'estate 2019 che in quella del 2020 la compagnia è presente a Cortomaggiore; in autunno altro successo con "Al Cumes Viagiatur" e poi a Natale va in scena un racconto di Gianni Rodari tradotto in angerese. 

Arriva poi il 2020 che come sappiamo blocca tutto, ma in una finestra tra le varie chiusura decretate dai Dpcm, la Cumpagnia fa in tempo a mettere in scena un'altra commedia dialettale "Intrigo al monastero, na storia cumplicava". Poi arriva in soccorso la tecnologia che può adattarsi benissimo anche alla diffusione della cultura dialettale. «Abbiamo realizzato oltre 90 video alcuni dei quali riguardanti usanze e personaggi di Angera, altri con poesie di poeti locali, alcuni video sono in dialetto Angerese altri in Italiano - prosegue Cardana - oltre ai componenti della compagnia vengono coinvolti anche altri amici che collaborano con musica, voci e anche materiale didattico». Video che vengono accolti con un lusinghiero successo dai navigatori di Facebook ed ottengono oltre 7.300 visualizzazioni ed un altissimo numero di «mi piace».

In attesa di tempi migliori la Cumpagnia i Piott sta predisponendo un video con una piccola commedia in dialetto che verrà messo in rete quanto prima. «Tutte le commedie sono di nostra creazione - continua il regista - le nostre rappresentazioni sono tutte accompagnate dalla chitarra e dall’armonica a bocca. Per il 2021 abbiamo in cantiere altri video numerosi dei quali riguardanti personaggi angeresi. Il 2021 è anche un anno ricco di ricorrenze che verranno ricordati con video dedicati, è già stato ricordato il nostro concittadino Pino che nel 1981 è stato il primo uomo a sorvolare il Monte Bianco e il Rosa in deltaplano». 

I Lettori della Cumpagnia dei Piott sono: Meazzo Ele, Vismara Giorgio, Cardana Claudia, Ghiringhelli Augusta, Meazzo Marzia, Argento Ombretta, Zeni Elena, Travaini Marica, Villa Marta, Manconi Luciano, Cester Federico, Tognoli Piera e il piccolo Pizzi Filippo. Alla chitarra Crenna Claudio, armonica a bocca Gioria Roberto. Autore delle commedie, regista e traduttore Cardana Remo.

 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore