/ Attualità

Attualità | 09 dicembre 2020, 08:25

Spostamenti nei confini provinciali il 25, 26 e il 1° gennaio? Il governo pronto a dire "no"

Non sembra esserci alcuna speranza di poter ammorbidire la norma che impedisce di uscire dal proprio comune nei giorni clou delle festività. Prossimo decreto probabilmente il 7 gennaio con le regole per il rientro a scuola in presenza. Possibilità di riapertura anche per le palestre?

Spostamenti nei confini provinciali il 25, 26 e il 1° gennaio? Il governo pronto a dire "no"

Non verrà allentato il contestatissimo divieto che impedisce l'uscita dal comune di residenza il 25, 25 e il 1° gennaio: a riportarlo è l'edizione online del Corriere della Sera. Niente possibilità di ampliare la libertà di spostamento ai comuni limitrofi o alla provincia per permettere a chi abita nei piccoli comuni, platealmente svantaggiato rispetto a un residente di Milano, Roma o dei capoluoghi, di vedere parenti che magari abitano a poche centinaia di metri di distanza. 

Il "no" del governo alla richiesta di governatori, presidenti di provincia e sindaci, secondo il Corriere, sembra scontato. Lo stesso quotidiano milanese fornisce un'altra indiscrezione per quanto riguarda il decreto successivo a quello che regolerà la vita degli italiani per le feste: dovrebbe essere firmato subito dopo l'Epifania, ed entrare in vigore già il 7 gennaio per definire il rientro in presenza valevole per tutte le scuole, e non dopo il 15, data di scadenza dell'attuale Dpcm. Aumentano le speranze, dunque, anche per quelle attività ancora chiuse come le palestre, e per lo sport di contatto, di poter ricominciare finalmente a "vivere" prima della metà del prossimo mese. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore