/ Varese

Varese | 22 novembre 2020, 10:28

Lo struggente addio della Rasa. Il sindaco: «Il virus ci porta via le persone care, usciremo dall'incubo per loro»

Questa mattina Davide Galimberti ha scritto un toccante messaggio per ricordare Ornella Bianchi, Umberto Tonta e Giancarlo Galli: «Un esempio di impegno a favore degli altri, hanno lasciato un segno indimenticabile»

Lo struggente addio della Rasa. Il sindaco: «Il virus ci porta via le persone care, usciremo dall'incubo per loro»

Un addio struggente, a distanza ma uniti, con le persone fuori dai balconi o posizionate nel campo sportivo dell'oratorio al passaggio delle tre bare, una accanto all'altra, di tre grandi persone che non solo alla Rasa hanno lasciato e lasceranno un segno indelebile. Anche il sindaco Galimberti, presente ieri al funerale, ricorda questa mattina con parole molto belle Ornella Bianchi, Umberto Tonta e Giancarlo Galli, che hanno segnato un pezzetto della storia del nostro territorio: «Un esempio di impegno a favore degli altri, hanno lasciato un segno indimenticabile. Questo maledetto virus sta portando via nostri concittadini, amici, famigliari. Ma il nostro compito è ricordarli per sempre ed uscire al più presto da questo incubo».

Le parole del sindaco Galimberti.

Ieri la comunità della Rasa, rione storico della città, si è stretta in saluto nel campo sportivo dell'oratorio a tre persone che hanno lasciato un segno indimenticabile nel luogo in cui hanno vissuto e per l’intera città.

Tratto comune che li ha contraddistinti era l'impegno a favore degli altri. Questo maledetto virus sta portando via nostri concittadini, amici, famigliari.

Ma il nostro compito è ricordarli per sempre ed uscire al più presto da questo incubo continuando ad essere rigorosi nel rispetto del distanziamento.

Ciao Ornella Bianchi, Umberto Tonta e Giancarlo Galli. La terra vi sia lieve e ai famigliari le mie sentite condoglianze a nome di tutta la città.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore