/ Territorio

Territorio | 04 novembre 2020, 12:09

Il 4 novembre del sindaco di Caravate, in piazza e nelle scuole incontrando i bambini

«Non potendo fare venire gli alunni al monumento ai Caduti abbiamo portato la festa dell'Unità Nazionale in ogni classe - spiega il primo cittadino Nicola Tardugno - ho ricordato loro le prime parole del primo articolo della Costituzione "l'Italia è una"».

Il 4 novembre del sindaco di Caravate, in piazza e nelle scuole incontrando i bambini

Un 4 novembre insolito, a causa dell'emergenza sanitaria, quello che sta vivendo anche nei Comuni della provincia di Varese, con cerimonie ridotte al minimo e con pochissime presenze e con i sindaci praticamente da soli a festeggiare la ricorrenza dell'Unità Nazionale e a ricordare le forze armate. 

A Caravate, il primo cittadino Nicola Tardugno ha voluto fare qualcosa di diverso e di più significativo per tutta la popolazione: oltre ad esserci recato al monumento ai Caduti del paese e aver fatto suonare il "silenzio" in modo che gran parte dei cittadini potesse sentirlo in ciascuna casa, si è recato in ogni classe delle scuole di Caravate per parlare agli alunni. 

«Con tutte le precauzioni e le distanze del caso - spiega Tardugno - abbiamo voluto dare un segnale in ricordo del 4 novembre deponendo una corona di allora al monumento ai Caduti in piazza Garibaldi. Non potendo far venire gli alunni in piazza, abbiamo portato il 4 Novembre dentro ogni classe delle scuole del paese, per infondere anche nei nostri ragazzi i valori civili dell'Unità Nazionale; ho ricordato loro le prime quattro parole dell'articolo 1 della Costituzione: "L'Italia é una". Il fatto di essere andato in fascia tricolore in ogni aula spero abbia contribuito a stimolare nei bambini la curiosità riguardo l'importanza di questa ricorrenza, in modo poi da parlarne anche in casa in famiglia». 

In piazza poche le parole spese per dare spazio all'esecuzione del "Silenzio" a tutto volume suonato dal maestro Alessandro Ancellotti, «nella speranza che questo messaggio arrivi in ogni casa e ad ogni singolo caravatese» conclude il sindaco. 

Matteo Fontana

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore