/ Territorio

Territorio | 20 ottobre 2020, 14:54

Coronavirus a Laveno Mombello, sono sette i casi positivi e dodici le persone in quarantena fiduciaria

La nuova ondata di Covid è arrivata anche nella cittadina sul lago Maggiore già duramente colpita in primavera visto il focolaio che si era propagato alla casa di riposo. Il Comune sta studiando iniziative di sensibilizzazione sulla prevenzione.

Coronavirus a Laveno Mombello, sono sette i casi positivi e dodici le persone in quarantena fiduciaria

La seconda ondata di Coronavirus è arrivata anche a Laveno Mombello, che conta attualmente sette contagiati e una dozzina di persone in quarantena fiduciaria; la seconda ondata è purtroppo arrivata anche nella cittadina sul Lago Maggiore che già aveva pagato un caro prezzo a primavera soprattutto a causa del focolaio che si era propagato nella casa di riposo Menotti Bassani. 

Ad aggiornare i cittadini con un messaggio il sindaco Luca Santagostino. 

«Care Concittadine, Cari Concittadini, purtroppo l’epidemia di SARS-COV-2 (COVID-19) sta ritornando in tutto il mondo, e l’Italia non fa eccezione, anche a causa di una diminuzione della soglia di attenzione individuale sulla applicazione delle misure di prevenzione. Sappiamo quanto l’Italia abbia sofferto per questa epidemia ed è responsabilità di ciascuno impegnarsi perché la seconda ondata sia la più contenuta e controllata possibile. L’Azienda di Tutela della Salute dell’Insubria (ATS) mette a disposizione di tutti i comuni i dati giornalieri dei dimoranti sul territorio comunale positivi soggetti a quarantena obbligatoria e dei loro contatti soggetti a quarantena fiduciaria. Alla data del 19/10/2020 i casi positivi sono 7 mentre i casi in quarantena fiduciaria sono 12. Per contenere la diffusione del contagio nella nostra comunità ciascuno di noi ha la responsabilità di applicare le norme di prevenzione indicate dal Ministero della Salute ed in particolare:

- Indossare sempre la mascherina in modo che copra bocca e naso

- Mantenere almeno la distanza di 1 metro dagli altri

- Lavarsi spesso le mani

- Evitare luoghi affollati e assembramenti

- Scaricare l’App Immuni.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.immuni.italia.it. Corre l’obbligo di ricordare, in particolare ai giovani, di osservare con la massima attenzione le precauzioni del Ministero della Salute ed in particolare il rispetto del distanziamento sociale. I giovani sono molto spesso positivi asintomatici e conseguentemente possono contribuire più di altri a diffondere il virus all’interno delle famiglie, dove spesso sono presenti anche persone più anziane e fragili. Per sensibilizzare la cittadinanza alle più importanti norme di prevenzione, con il supporto della Croce Rossa Italiana Comitato del Medio Verbano stiamo cercando di organizzare una serie di iniziative di cui vi daremo conto nei prossimi giorni. A nome di tutta la comunità invio gli auguri di pronta guarigione a tutti coloro che stanno affrontando questo momento difficile, rammentando che mai come in questa circostanza il comportamento di ciascuno può aiutare il prossimo ad essere al sicuro».

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore