/ Territorio

Territorio | 16 luglio 2020, 15:21

I volontari di Strade Pulite non si arrendono all'inciviltà post lockdown: raccolti 15 sacchi di rifiuti e persino una frizione d'auto

Gli instancabili Ermanno Masseroni e Gabriele Maggi hanno ripulito dall'immondizia abbandonata la strada provinciale che da Cuvio sale a Castello Cabiaglio: «E' la seconda volta che passiamo dopo la ripresa e ritrovare tutto questo materiale fa rabbia e tristezza».

I volontari di Strade Pulite non si arrendono all'inciviltà post lockdown: raccolti 15 sacchi di rifiuti e persino una frizione d'auto

Se l'inciviltà e la maleducazione hanno ripresa a pieno ritmo anche dopo il lockdown, altrettanto tenace è la volontà e l'azione sul territorio dei volontari di Strade Pulite.

E' proseguita anche stamattina l'instancabile opera di Ermanno Masseroni nella pulizia di strade e boschi dell'Alto Varesotto.

Stamattina, con l'aiuto di una altro volontario, Gabriele Maggi, sono stati riempiti ben 15 sacchi di rifiuti ed è stata persino recuperata una frizione d'auto; il tutto dopo otto ore di lavoro passati lungo la strada provinciale che da Cuvio sale a Castello Cabiaglio. 

«Questa è già la seconda volta che ripasso dopo la ripresa e il fatto di ritrovare ancora tutto questo materiale mi da tanta rabbia e tristezza» il commento di Masseroni. 

M. Fon.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore