/ Politica

Politica | 04 luglio 2020, 13:59

Progetto Concittadino presenta le consigliere e i consiglieri di quartiere

All'insegna della partecipazione e del coinvolgimento della cittadinanza attiva, la lista di Dino De Simone ed Enzo Laforgia presenta la sua squadra

Progetto Concittadino presenta le consigliere e i consiglieri di quartiere

I cittadini di Varese hanno nuovi riferimenti nei rioni. Sono i consiglieri di quartiere di Progetto Concittadino, che si sono presentati questa mattina a Palazzo Estense, dopo l’insediamento ufficiale avvenuto nelle scorse settimane. Le consigliere e i consiglieri proposti dalla lista che fa riferimento a Dino De Simone (assessore all’Ambiente) e al consigliere comunale Enzo Laforgia sono undici, più due riserve.

«Il radicamento sul territorio è stato fin dall’inizio una nostra cifra distintiva – dichiara il presidente Mauro Sarzi Amadè - perché rappresentiamo un’idea progressista di cittadinanza attiva, capace di accorciare la distanza tra le istituzioni locali e la società. Dietro alle tredici nomine c'è stato un lungo periodo di confronto diretto con le persone nei quartieri dove questi nuovi consiglieri vivono. E oggi abbiamo nel gruppo dei ‘Concittadini’ otto donne e cinque uomini pronti a raccogliere le istanze dei loro quartieri».

I consiglieri hanno infatti lanciato una vera e propria chiamata per i prossimi mesi, un invito a far emergere proposte, criticità e buone pratiche, che potranno anche essere oggetto di confronto durante il nuovo giro nei quartieri che Progetto Concittadino avvierà a partire da settembre e base di partenza per un futuro programma elettorale a meno di un anno dal voto.

Per contattare direttamente i consiglieri è possibile scrivere alla mail progettoconcittadino@gmail.com Dopo tanti mesi di isolamento, mentre ci si destreggia ancora tra le norme di distanziamento sociale e si fanno i conti con gli esiti di questa terribile epidemia, da Progetto Concittadino emerge dunque una proposta per tornare a pensare insieme alla Varese del presente e del futuro: perché la cittadinanza non è solo fonte di doveri ma anche garanzia di diritti e slancio di partecipazione, senso di appartenenza e cura dei beni comuni.

Ecco i nomi dei tredici Consiglieri di Progetto Concittadino:

Per BREGAZZANA, CAMPO DEI FIORI, FOGLIARO, RASA, SACRO MONTE, S. AMBROGIO e VELATE (Consiglio 1):
Daniela Penazzi, residente a Bregazzana, architetto con studio a S. Ambrogio, svolge l’attività professionale sia nel settore pubblico che in quello privato, con specializzazione nel recupero e mantenimento del patrimonio edilizio esistente. Ha svolto per molti anni attività di ricerca e didattica al Politecnico di Milano. Partecipa alle attività dell’Associazione Genitori della Scuola Primaria Canetta e alle iniziative di Sant’Ambrogio in Strada. ·        

Per AVIGNO, CALCINATE DEGLI ORRIGONI,CARROZZERIA e MASNAGO (Consiglio 2):
Davide Castelli, sposato, con due figli. Lavora nel settore dei sistemi informatici presso una delle principali aziende svizzere nel campo dei pagamenti elettronici. Risiede nel quartiere di Masnago (zona Carrozzeria), è cresciuto sul colle dei Miogni. Attivo nella lista civica Progetto Concittadino, si rispecchia nei temi dell'ambientalismo, del miglioramento della vita dei quartieri, della valorizzazione della mobilità alternativa, del mantenimento dei beni comuni, della divulgazione culturale e turistica legata ai temi del paesaggio. E nei valori partigiani dell’antifascismo.

Silvia Imarisio, 3 figli grandi, il mio lavoro presso il Centro Comune di Ricerca dell'Unione europea di Ispra mi ha portato a vivere a Varese 30 anni fa. Sono attiva nel volontariato di Sanita' di Frontiera e mi impegno  nel progetto cittadino di ricostruzione a partire dal tessuto sociale.         

Per BOBBIATE, CALCINATE DEL PESCE, LISSAGO, MUSTONATE e SCHIRANNA (Consiglio 3):
Massimo Crugnola, agricoltore biologico, con competenze in campo agronomico e in particolare di agricoltura biologica. Motivato dalla speranza che la piccola comunità possa diventare strumento di buona relazione in grado di contenere il malessere e il rancore diffusi.        

Per BOSTO, CAMPIGLI, CASBENO e SCHIRANNETTA (Consiglio 4):
Giovanna Bianchi, insegnante presso Istituto comprensivo Varese2 “Silvio Pellico”. Residente a Varese da molti anni, in zona Bosto, disponibile a partecipare con interesse a questa nuova esperienza di vicinanza istituzionale sul territorio

Per VALLE OLONA, BELMONTE e S. FERMO (Consiglio 6):
Nicoletta Ballerio, sposata e madre di due ragazzi di 14 e 16 anni. Manager in una multinazionale, viaggia molto all’estero, conosce diverse lingue e parla correntemente l’inglese. Ritiene il confronto e il lavoro di squadra fondamentale per raggiungere obiettivi comuni. Da sempre attiva nella realtà del quartiere di San Fermo in diverse funzioni: nell’Associazione Genitori ‘Insieme per la Scuola’, che riunisce tutte le realtà scolastiche e prescolastiche del quartiere di San Fermo e come rappresentante dell’associazione al Tavolo di Sviluppo Comunità di San Fermo, da tempo un punto di riferimento e un esempio da seguire di cittadinanza attiva per altre realtà del comune di Varese.

Cinzia Iommazzo, vive a Varese da sempre e a Valle Olona dal 1992. Assistente sociale presso Ats Insubria, si occupa di sociale da trent’anni. E’ impegnata nell’attività sindacale e fa parte della Rsu dell’Ats Insubria.        

Per BELFORTE e CASCINA MENTASTI (Consiglio 7):
Sabrina Cosma, residente a Varese dal 2001 sempre nel quartiere di Belforte. Diversi fattori hanno contribuito alla disponibilità a partecipare ai Consigli di Quartiere: la laurea in Architettura, che la porta a vedere sotto un profilo urbanistico e architettonico il territorio in cui vive, con i problemi ma anche il potenziale; vivere il quartiere come mamma di due ragazzini in età scolastica, che la spinge a voler contribuire nel migliorare la fruibilità dell'area in cui vive, prendendo spunto dai bisogni e dalle esperienze positive vissute nei 4 anni di permanenza nella città di Helsinki dove tutt'ora trascorre con la famiglia parte delle vacanze estive.

Per BIUMO SUPERIORE, IPPODROMO, VALGANNA, OLONA e MOLINI GRASSI (Consiglio 8):
Valentina Mallawarachchi, nominata dal PD ma già candidata con Progetto Concittadino alle scorse elezioni amministrative e simpatizzante della lista. ·        

Per MONTELLO, AGUGGIARI e SANGALLO (Consiglio 9):
Ettore Schioppa, risiede a Varese dal 2000, nel quartiere Montello dal 2008. Laureato in Architettura, lavora in una industria di mobili per ufficio. Socio di FIAB Ciclocittà da diversi anni, ha un blog sulla ciclabilità: vainbc.blogspot.com. Socio del ACAO (Aeroclub Adele e Giorgio Orsi) del Centro Studi Volo a Vela Alpino e del Gruppo Alianti d’Epoca.

Per S. CARLO, BUSTECCHE e BIZZOZZERO (Consiglio 11):
Teresa Miccoli, varesina d'adozione dal 2006, di origini pugliesi, vive tra Bustecche e San Carlo. Lavora in ospedale, si occupa di sordità, è sposata e mamma di tre bambini. Ama il suo quartiere e cerca di dedicarcisi, in particolare è attiva da alcuni anni con un gruppo di genitori sia all'interno della scuola materna che nell'organizzazione di domeniche dedicate alle famiglie presso lo Spazio Yak. Ama il teatro, la musica, la fotografia, il cucito, la lettura. Ama i concetti di giustizia, di inclusione ed accoglienza, il riciclo, il riuso ed il baratto. Non ama gli sprechi, né materiali, né di tempo, né di parole.

Agostino Sciacca, consigliere di riserva. Vive a Varese dal 2002, ha insegnato inglese nelle scuole primarie della provincia. Da due anni è impegnato nel progetto di innovazione scolastica “Una scuola”, in collaborazione con l’Università Bicocca di Milano, presso la Scuola Primaria IV Novembre di San Fermo. Abita dal 2014 nel quartiere delle Bustecche, di cui apprezza la vivibilità e la dimensione popolare di “borgo extraurbano” che gli ricorda la “contrada” dell’infanzia. Gli piace andare in bici, per questo vorrebbe che Varese e il suo quartiere progredissero verso una mobilità più sostenibile: con verde, strade e marciapiedi più curati così da poter andare a piedi e in bici in sicurezza.       

Per GIUBIANO e OSPEDALE (Consiglio 12):  
Ivano Pozzi, consigliere di riserva. Genitore di 2 bambine. Laureato in Scienze dell'Educazione, lavora presso il CFPIL nel quale si occupa di percorsi personalizzati per allievi disabili. Ha diverse esperienze di volontariato internazionale, di integrazione dei migranti e di laboratori di urbanistica partecipata. Collabora con l'associazione "Il Farina" per la promozione della cultura antifascista, partecipa come genitore alle attività dello Spazio Yak (teatro) e dello Spazio Kabum (palestra di arti circensi).

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore