/ Busto

Busto | 27 giugno 2020, 21:21

Antonelli: «Candidarmi alle Regionali? Ma io voglio diventare presidente della Repubblica...»

Il sindaco di Busto e presidente della Provincia usa l'ironia sul suo futuro politico e sulla vicinanza a Fratelli d'Italia: «Alla gente ora non interessano queste cose. Vado al convegno di FdI perché si parla di Covid e di medici e infermieri»

Antonelli: «Candidarmi alle Regionali? Ma io voglio diventare presidente della Repubblica...»

«Candidarmi alle regionali? Ma io voglio diventare presidente». Non lo è già, presidente, scusi? Emanuele Antonelli è sindaco di Busto Arsizio, però guida anche la Provincia di Varese. Lui precisa allora: «Sì, ma io preferisco diventare presidente della Repubblica».

Una battuta, per smorzare una tensione che secondo lui non ha ragione di esistere.

Adesso prenderà vigore il dibattito sulle candidature alle regionali (non meno del secondo mandato amministrativo, anzi adesso ovviamente connesso) e ogni gesto fa rumore. Anche partecipare a un convegno sul Covid-19 promosso da Fratelli d’Italia e dall’associazione Sophos: «Avrei preso parte a un incontro su questo tema organizzato da chiunque» replica il sindaco. Il convegno si svolgerà martedì 30 giugno alle ore 21 al Museo del Tessile e vedrà la presenza di esponenti politici, come di medici e avvocati.

Covid-19, quella parola che ha ribaltato le vite di ciascuno, da quelli segnati in modo più profondo per la perdita di un proprio caro a chi comunque ha vissuto la paura del contagio, il lockdown, l’incertezza per il futuro e le conseguenze anche economiche.

Ecco perché - fa capire Antonelli - non si appassiona alle questioni politiche in questi giorni ancora così tesi, dove si guarda ai focolai nel Paese e tiene banco la possibilità di una seconda ondata in autunno. Il sindaco di Busto prima della nascita del Pdl proviene da Alleanza nazionale: non sarebbe uno choc un’appartenenza a Fratelli d’Italia, no? O uno scendere in campo accanto a loro per le regionali a settembre. «Io credo che alla gente non interessino queste cose adesso - ribadisce - C’è tanta paura. E ripeto, io vado a quel convegno perché si parla di Covid e di quello che hanno fatto medici e infermieri».

Allora il secondo mandato da sindaco? È una possibilità? L’impressione è che la decisione sia ancora al vaglio. E forse ogni decisione.

Marilena Lualdi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore