/ Cronaca

Cronaca | 09 maggio 2020, 10:51

Furto con spaccata a colpi di pietre in un bar di Varese: la polizia arresta due donne

Il colpo è successo la scorsa domenica notte: con due grossi sassi hanno sfondato la vetrina, fuggendo con stecche di sigarette e alcolici. La Volante è riuscita a fermarle: il bottino trovato in una zaino

Furto con spaccata a colpi di pietre in un bar di Varese: la polizia arresta due donne

Sfondano la vetrina di un bar con dei sassi per rubare sigarette e alcolici, ma vengono scoperte dalla polizia e arrestate. E' finito così il piano di due donne - due cittadine italiane - sorprese poco dopo il colpo dalla Volante della Questura di Varese.

Erano da poco passate le 22 di domenica 3 maggio scorso quando le volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Varese sono state allertate dalla centrale operativa per un furto in atto all’interno di un bar di Varese, ancora chiuso al pubblico per effetto dalla normativa anti-Covid

Giunti subito sul posto gli agenti della Questura si sono trovati di fronte alla classica spaccata: ignoti avevano utilizzato due grossi sassi per sfondare la vetrina e introdursi all’interno del bar. Poco più in là gli agenti però hanno notato due donne che si allontanavano con fare sospetto. Le due sono state raggiunte e immediatamente sottoposte a un controllo.

Da subito i poliziotti hanno avuto pochi dubbi sul loro coinvolgimento nel furto appena messo a segno: una delle due, infatti, aveva una vistosa ferita da taglio, procuratasi, verosimilmente, mentre attraversava la vetrina del locale. Inoltre le due donne non hanno saputo dare una spiegazione plausibile sulla loro presenza in strada a quell'ora. Dalla perquisizione a loro carico non è emerso nulla, ma gli agenti varesini hanno trovato, nascosto poco distante, uno zaino colmo di stecche di sigarette e bottiglie di alcolici.

Messe alle strette le due donne - entrambi maggiorenni di cittadinanza italiana e già note alle forze dell'ordine - hanno ammesso il colpo e sono state tratte in arresto, in concorso tra loro, per il reato di furto aggravato. Su disposizione del Pubblico Ministero sono state portate nel carcere di Como, mentre la refurtiva è stata restituita al proprietario del bar. Dopo la convalida dell’arresto le due donne sono state sottoposte alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.  

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore