/ Territorio

Territorio | 30 marzo 2020, 12:54

L'addio a Severino Lampredi, lo storico magazziniere e custode del Gavirate Calcio

Una persona conosciuta e apprezzata ben oltre il mondo sportivo locale: tantissimi i messaggi di cordoglio e gli aneddoti raccontati dagli ex giocatori, a partire dal suo famoso the caldo, preparato anche d'estate e per i giocatori della squadra avversaria.

L'addio a Severino Lampredi, lo storico magazziniere e custode del Gavirate Calcio

Se n'è andato all'età di 90 anni Severino Lampredi, il mitico custode e magazziniere del Gavirate Calcio.

Una persona molto conosciuta e stimata non soltanto a Gavirate e nel mondo del calcio locale ma anche su tutto il territorio, come dimostrano i tantissimi messaggi di cordoglio che stanno arrivando ai famigliari, soprattutto tramite Facebook e i social network.

 

«In questo periodo triste in cui è impossibile salutare con una cerimonia i proprio amici o parenti che vengono a mancare, purtroppo con grande dolore ci ha lasciati mio nonno, Severino Lampredi - ricorda la nipote Elisa su Facebook - che per anni ha "lavorato" con grande passione al campo sportivo di Gavirate, conoscendo quelli che fino a pochi anni fa erano i ragazzini di Gavirate e non solo che giocavano nel Gavirate Calcio e ai quali ha voluto molto bene. Se li ricordava tutti. Mi raccontava sempre dei loro sorrisi quando preparava loro il the nelle fredde giornate invernali. Mi sembra un gesto di affetto nei suoi confronti almeno comunicarlo al paese che lo ha ospitato per quasi tutta la sua vita e alle persone che gli hanno voluto bene».

Cordoglio anche da parte del Gavirate Calcio che sulla sua pagina Facebook ha scritto un messaggio: «grazie di tutto non ti dimenticheremo mai».

Un ricordo personale arriva anche da Nicola Tardugno, attuale sindaco di Caravate ed ex calciatore del Gavirate nonché ex assessore allo Sport gaviratese. 

«Severino era il pilastro del centro sportivo - sottolinea Tardugno - mancherà a tutta la cittadinanza di Gavirate, sopratutto a chi ha frequentato il centro. Ti ho conosciuto da calciatore del Gavirate Calcio e poi, per dieci anni, come assessore allo Sport: mi piaceva sempre ringraziarti pubblicamente alle cene sociali e scrosciavano applausi da tutti al grido: "Grande Severino!". Ti ringrazio per l'ultima volta, ricordando il tuo sorriso sincero, l'ombra silenziosa della tua alta persona per i corridoi, gli spogliatoi ed il campo, i tuoi occhi sinceri sotto gli occhiali. Ciao amico: vola tra gli angeli».

In ottemperanza ai decreti ministeriali, non potranno essere celebrati i funerali. 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore